Wout van Aert: pilota di una settimana? – VeloNews.com

Wout van Aert: pilota di una settimana?  – VeloNews.com


“],” filter “: ” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}”>


Esclusiva per i membri

Diventa un membro per sbloccare questa storia e risparmia il 30% con i nostri sconti per le vacanze in anticipo!

Può vincere monumenti, superare prove a tempo e far esplodere il Tour de France su ripidi passi di montagna. Oh, ed è abbastanza bravo anche nel ciclocross.

E adesso Wout van Aert vuole fare un ulteriore passo avanti e puntare a gare a tappe di una settimana. Può? Dovrebbe?

Qualunque cosa pensiamo, ci proverà.

“Vorrei brillare alla Tirreno-Adriatico, al Critérium du Dauphiné o al Tour de Suisse”, ha detto Van Aert Rivista Sport-Voetbal questa settimana. “Questo è possibile nel breve periodo, soprattutto nelle gare a tappe con cronometro, come la Tirreno-Adriatico. Mi piacerebbe ottenere un risultato in classifica generale lì nel 2021, e più tardi nelle classiche collinari come Liegi-Bastogne-Liegi e Il Lombardia “.

Quindi, il 2021 per Wout potrebbe essere qualcosa del tipo: ciclocross – classiche primaverili – gare di una settimana – Tour de France – Giochi olimpici. Questo è un diavolo di programma.

Il 26enne ha dimostrato di poter fare tutto ciò a cui si rivolge, con i suoi ritrovati talenti di arrampicata al Tour questa estate sorprendendo quelli del gruppo tanto quanto noi sul divano. Nelle settimane precedenti aveva vinto uno sprint in salita nel Dauphiné e nel TT nazionale belga. Ma guidare in un ruolo di supporto per artisti del calibro di Primož Roglič e Steven Kruijswijk è una bestia diversa per lanciare la tua sfida GC, dove la pressione è alta per esibirti ogni giorno.

Immergersi in una corsa di una settimana potrebbe segnare un percorso completamente nuovo per Van Aert. Ha a lungo dominato la scena trasversale accanto Mathieu van der Poel, e il suo rivalità dei classici con l’olandese e il francese l’arcivescovo Julian Alaphilippe ha le gambe per andare ancora qualche anno (spero).

Tra i maggiori one-weekers che Wout ha evidenziato nell’intervista di questa settimana, Tirreno è sicuramente la sua migliore scommessa – Tour de Suisse potrebbe essere pure montagnoso, e potrebbe essere in servizio domestico al Dauphiné. Il Tirreno in genere include una manciata di tappe in stile classico piene di berg abbastanza raccapriccianti da rendere gelosi i belgi e presenta regolarmente una prova a cronometro di apertura o di chiusura. Quelle cose sono il pane quotidiano di Van Aert, e ha buone probabilità di farcela.

Ma quanto può allungare l’elastico? Riuscirà a dare il meglio di sé mentre sfreccia sui ciottoli di Roubaix o colpisce la sabbia della Strade Bianche se si sta preparando per una gara di una settimana? Sebbene Jumbo-Visma abbia in qualche modo trovato un modo per mantenere Roglič forma stellare da agosto a novembre, possono allo stesso modo mantenere Wout in modo vincente attraverso una stagione 2021 potenzialmente lunga?

Sono entusiasta di vedere Wout ampliare i suoi orizzonti.

Il tizio può apparentemente fare qualsiasi cosa, quindi sono curioso di vedere quanto lontano può arrivare. Ma forse sono più entusiasta del fatto che qualunque cosa faccia, sa cosa vuole di più: continuare a lottare per le gare più nodose, ventose e bagnate nelle gare di inizio stagione del nord Europa.

“Espandere il mio record di classici rimane una priorità”, ha detto. “Forse un giorno cambierò rotta [to grand tours], ma è ancora molto lontano. “

Continua a guardare Wout mettere insieme una settimana di vittorie al Tirreno. Ma soprattutto, porta avanti più battaglie da mangiarsi le unghie e rivalità roventi con Alaphilippe e van der Poel negli one-dayers.



Source link