USA Cycling affronta la legislazione anti-trans dell’Arkansas in una dichiarazione, pianifica il vertice sull’inclusione

USA Cycling affronta la legislazione anti-trans dell’Arkansas in una dichiarazione, pianifica il vertice sull’inclusione


In seguito all’approvazione della legislazione anti-transgender in Arkansas, che l’anno prossimo ospiterà i Campionati del mondo di ciclocross nella città di Fayetteville, USA Cycling ha espresso la sua opposizione “a qualsiasi sforzo legislativo discriminatorio che miri a limitare l’accesso di un atleta a concorrenza, in particolare la legislazione anti-transgender recentemente approvata in Arkansas “.

Il mese scorso, l’Arkansas ha approvato l’SB-354, che impedisce alle ragazze e alle donne transgender di partecipare a squadre sportive scolastiche coerenti con la loro identità di genere. Centinaia di atleti NCAA hanno firmato una lettera al Consiglio dei governatori NCAA chiedendo che non si tengano campionati in stati che approvino leggi simili.

Brook Watts, il direttore di gara per Cyclocross Worlds ha detto che il disegno di legge era “discriminatorio e odioso”, mentre chiedeva ai fan di “agire in un altro modo” in risposta al disegno di legge oltre al boicottaggio. Rob DeMartini, Presidente e CEO di USA Cycling, ha dichiarato in un’intervista a Singletracks.com che non era sicuro che un boicottaggio in risposta all’SB-354 sarebbe stato “qualcosa di più che cerimoniale”, anche se da allora ha detto che sentiva che i suoi commenti erano presi fuori contesto dicendo che erano “formulati male” e “non riflettono la posizione di USA Cycling”.

Questo mese, l’Arkansas ha approvato una legge che impedisce ai giovani transgender di ricevere cure mediche che affermano il genere. Il governatore dell’Arkansas, Asa Hutchinson, ha posto il veto al disegno di legge, ma il legislatore statale ha annullato quel veto.

Giovedì sera, USA Cycling ha dichiarato in una dichiarazione che è “è inequivocabilmente contraria a qualsiasi sforzo legislativo che miri a limitare l’accesso di un atleta alla competizione”. L’organizzazione ha anche affermato che il suo “piano di coinvolgimento attivo immediato e iniziale include la formazione di una coalizione di sostenitori influenti e partner industriali che la pensano allo stesso modo”, sottolineando che “Specialized Bicycles, Canyon Bicycles, Allied Cycle Works ed Experience Fayetteville hanno accettato di partecipare per realizzare un cambiamento più rapido per la comunità LGBTQIA + ”in un vertice sull’inclusione a Fayetteville.

La dichiarazione ha anche affrontato il tema degli eventi di boicottaggio.

“Rispettiamo i diritti degli atleti e dei membri della nostra comunità che desiderano boicottare gli eventi che si svolgono in quegli stati in cui questa legislazione è minacciata o emanata”, ha detto USA Cycling. “Riteniamo inoltre che il mezzo più efficace per contrastare queste politiche sia l’impegno attivo a fianco dei gruppi locali che lavorano per affermare i diritti dell’intera comunità LGBTQIA + promuovendo e portando avanti la discussione e prendendo posizione contro la discriminazione in qualsiasi forma. Cercheremo anche di collocare i futuri Campionati Nazionali di Ciclismo USA in città, contee e stati che accolgono tutti i nostri membri “.

Puoi leggere la dichiarazione completa Qui.



Source link