Tom Pidcock “deluso” dal quarto posto ai mondiali di ciclocross, ma felice di aspettare il momento

Tom Pidcock “deluso” dal quarto posto ai mondiali di ciclocross, ma felice di aspettare il momento


Tom Pidcock afferma di essere deluso per aver mancato per un soffio il podio ai Campionati del mondo di ciclocross e che sente di avere una possibilità di salire sul podio.

Mathieu van der Poel e Wout van Aert erano in una lega a sé stante sul corso sabbioso del Mare del Nord a Ostenda, in Belgio, l’olandese alla fine ne esce vincitore, ma la battaglia per il terzo posto dietro di loro era altrettanto intensa, con Pidcock che spingeva Toon Aerts sulla linea mentre lottavano per il bronzo.

“Oggi mi sentivo bene. Alcuni giri sono stati buoni, altri merda. Mi sono avvicinato a Toon Aerts, ma sfortunatamente non abbastanza “, ha detto Pidcock Sporza dopo il traguardo. “Alla fine, posso dire di aver fatto una buona gara. Solo poche volte nella sabbia è stato dove ho perso tempo, dopotutto questo non va bene per noi inglesi “.

Pidcock ha vinto la prima medaglia del CX Worlds in Gran Bretagna lo scorso anno, prendendo il secondo posto dietro a Van der Poel, ma dice che si consolerà nel fatto che negli anni a venire le persone ricorderanno solo chi è salito sul gradino più alto del podio.

>>> Mathieu van der Poel batte Wout van Aert e conquista il terzo titolo consecutivo ai campionati del mondo di ciclocross

“Sicuramente avrei potuto salire sul podio, quindi è una grande delusione in quella zona. Ma alla fine … entro quattro o cinque anni, nessuno saprà chi era il terzo, quindi non è così male ora. “

Questa è stata l’ultima gara di Pidcock per Trinity Racing, dato che domani inizierà la sua vita come pilota Ineos. Il britannico è rimasto a bocca aperta su ciò che il suo programma su strada comporterà quest’anno, ma spera di tornare a ‘crossare il prossimo inverno più forte che mai per competere con Van der Poel e Van Aert.

“Nel complesso, posso guardare indietro al mio anno di croce con soddisfazione. Mi dà fiducia per la stagione su strada. Penso che sarò ancora più forte la prossima stagione. Wout e Mathieu hanno dai quattro ai cinque anni più di me, quindi ho un po ‘più di tempo per crescere. Spero di poterli davvero mettere alla prova il prossimo anno. “



Source link