Sergio Higuita non è stato licenziato dopotutto

Sergio Higuita non è stato licenziato dopotutto


Beh, non ci volle molto. Pochi giorni dopo EF Education-Nippo spostato per rescindere il contratto di Sergio Higuita, il team ha confermato che, in realtà, Higuita rimarrà un pilota EF fino alla fine dell’anno.

Se sei appena arrivato a questa storia, ecco cosa ti sei perso.

Un video ha fatto il giro dei social media negli ultimi giorni che mostra Higuita e il collega professionista colombiano Dani Martinez (Ineos Grenadiers) che sfrecciano davanti a un gruppo di corridori dilettanti al Giro de Rigo, una granfondo organizzata dal compagno di squadra di Higuita, Rigoberto Uran.

Ecco qui:

Alcuni spettatori (e presumibilmente il management di EF Education-Nippo) hanno notato che Higuita non stava guidando una Cannondale SuperSix Evo come è contrattualmente obbligato, ma piuttosto una Specialized S-Works Tarmac, la bici del suo team 2022, Bora-Hansgrohe.

Mentre le squadre normalmente chiudono un occhio sui ciclisti che testano presto le nuove attrezzature, EF Education-Nippo ha affermato che la scelta della bici di Higuita “mancava il rispetto per i partner che supportano [Higuita] oggi” dato che si trattava di un evento pubblico. Di conseguenza la squadra ha inviato a Higuita “una disdetta del suo contratto”.

Avanti veloce fino ad oggi e sembra che Higuita si sia scusato e tutto sia stato perdonato.

“La squadra ha raggiunto un accordo reciproco con Sergio Higuita in merito al recente problema al Giro de Rigo e non rescinderà il suo contratto in anticipo”, ha detto un portavoce di EF Education-Nippo. “E’ stato un compagno di squadra saldo e una presenza positiva, sia su strada che fuori. Auguriamo a Sergio il meglio per i suoi impegni futuri”.

Higuita era contrito nella sua dichiarazione.

“Desidero porgere le mie scuse a tutti gli sponsor e alla squadra”, ha detto Higuita. “Ho fatto un errore nel guidare la bicicletta sbagliata in un evento pubblico, ma non è così che voglio lasciare questa squadra o ricordare il mio tempo qui.

“Ho aiutato i miei compagni di squadra al meglio delle mie capacità, ho vinto delle belle gare e fatto amicizia con lo staff e i piloti che dureranno. Sono felice che siamo riusciti a trovare un accordo e auguro alla squadra buona fortuna per le prossime stagioni”.

Lezione imparata per Higuita. Ma forse c’è una domanda più grande che deve essere posta qui. Dato che la maggior parte delle gare sono terminate entro ottobre e dato che i corridori si stanno dirigendo ai campi pre-campionato con nuove squadre ben prima della fine dell’anno, ha senso che i contratti dei professionisti scadano fino al 31 dicembre in questi giorni?



Source link