“Sembra più sicuro, ma spesso porta ad abusi”: i lettori condividono i loro pensieri sull’andare in due al passo per le strade

“Sembra più sicuro, ma spesso porta ad abusi”: i lettori condividono i loro pensieri sull’andare in due al passo per le strade


Il tema caldo di andare in due al passo ha dominato i titoli della scorsa settimana, poiché gli attivisti hanno chiesto modifiche al codice della strada per evitare qualsiasi confusione.

British Cycling e l’ente benefico Cycling UK vogliono espandere la regola 66, che riguarda i ciclisti che pedalano insieme sulla strada, per chiarire che la pratica è legale e in realtà più sicura.

Ma le opinioni sono divise sul fatto di cavalcare due persone in profondità in un gruppo, quindi abbiamo chiesto Ciclismo settimanale lettori di condividere le loro opinioni.

L’attuale formulazione nel codice della strada, ai sensi della regola 66, dice “non dovresti mai guidare più di due di pari passo e guidare in fila indiana su strade strette o trafficate e quando fai curve”, ma British Cycling ritiene che questa dovrebbe essere la regola dovrebbe essere ampliato.

La proposta di British Cycling per la regola 66 dice: “Dovresti essere attento alle esigenze degli altri utenti della strada quando guidi in piccoli o grandi gruppi. Puoi cavalcare in due insieme ed è spesso più sicuro farlo, in particolare in gruppi più numerosi o quando si accompagnano bambini o motociclisti meno esperti. Fai attenzione ai conducenti dietro di te, consentendo loro di sorpassare (ad esempio spostandosi in una singola fila) quando ritieni che sia sicuro lasciarglielo fare. ”

CW Il lettore Oli Partner, 18 anni, di Oxford ha detto: “Io trova quello [riding two abreast] è molto più sicuro che essere in una fila più lunga in fila indiana, dove possibile ne cavalcherei due di fianco, ma mai più di così. A quel punto sarebbe pericoloso.

“Alcuni piloti odiano quando i ciclisti vanno in due di pari passo senza motivo, pensano che stiamo cercando di intrometterci, questo è abbastanza raro ma non dovrebbe ancora accadere.”

Oli ha aggiunto: “Ci sono alcuni ciclisti che infrangono le regole del codice della strada, come saltare il semaforo rosso o semplicemente andare in bicicletta pericoloso. Sembra che quando un pilota vede un ciclista fare questo, si aspetta immediatamente che tutti i ciclisti siano uguali, il che non è il caso. “



Julie McLay, 63 anni, delle East Midlands ha condiviso opinioni simili, dicendo che è più facile passare le auto quando i gruppi viaggiano fianco a fianco.

Ha detto: “Lo faccio quando siamo in un gruppo perché significa che siamo un gruppo più compatto che dovrebbe rendere più facile il sorpasso in macchina (siamo meno dispersi lungo la strada). Credo anche che le auto debbano assicurarsi che non si avvicini traffico prima di sorpassare mentre, quando guido in fila indiana, posso essere schiacciato troppo vicino al cordolo.

“A giudicare dai commenti che sono stati gridati, credo che molti conducenti abbiano dimenticato il codice della strada. Inoltre, il codice della strada è un po ‘vago: la chiarezza aiuterebbe “.

La discussione sull’andare in due al passo non ha solo un impatto sui ciclisti nel Regno Unito, poiché il dibattito è internazionale.

George Streadwick, 75 anni, canadese, ha detto di cavalcare solo due al passo su piste ciclabili dedicate.

Ha aggiunto: “Gli automobilisti, di cui sono anche uno, vedono rosso quando ciclisti sconsiderati prendono la strada. Molte volte uso il clacson da lontano per avvertire i ciclisti che un veicolo da due-tre tonnellate sta arrivando a velocità maggiore della loro e per spostarmi e condividere la strada. Ho anche avuto molti incontri con conducenti di auto e autobus sconsiderati mentre guidavo da solo, soprattutto nei miei primi giorni mentre percorrevo le strade principali “.

Luca di Pierro, 33 anni, da Firenze in Italia, ha detto che per lo più corre in due di pari passo, aggiungendo: “Quindi i veicoli sono costretti a rallentare e assicurarsi che ci sia abbastanza spazio per superarci. In questo modo posso anche chattare con l’altro ciclista e godermi il ciclismo.

“I piloti gridano, suonano il clacson, lamentandosi di non poter sorpassare, ma non mi interessa fintanto che mi tiene più al sicuro. I conducenti spesso vedono i ciclisti come un ostacolo, soprattutto se lo praticano come uno sport “.

Ma alcuni pensano che i ciclisti subiranno abusi in qualunque posizione si posizionino, quindi vale la pena andare in due di fianco per una maggiore sicurezza.

Rebecca Pritchard, 26 anni, di Leeds, ha dichiarato: “[We] subire molti abusi in entrambi i casi. Guidare in due di fianco sembra più sicuro in quanto significa che i conducenti devono aspettare fino a quando non è chiaro il sorpasso piuttosto che passare oltre, ma questo spesso porta ad abusi.

“Più istruzione su come il sorpasso di ciclisti a velocità diverse faccia una tale differenza”.



Source link