Recensione della scarpa invernale 45NRTH Ragnarok Tall: più calda del previsto, ma con una vestibilità sciatta

Recensione della scarpa invernale 45NRTH Ragnarok Tall: più calda del previsto, ma con una vestibilità sciatta


La maggior parte dei marchi di scarpe offre solo uno, forse due, modelli costruiti appositamente per la guida quando fa freddo. Ma per la 45NRTH con sede nel Minnesota, le calzature per il freddo sono l’unico tipo di calzature da ciclismo che fa, con tutti e quattro i modelli mirati a condizioni di congelamento. Il Ragnarok Tall è il nuovo membro della famiglia e, sebbene condivida il nome con il modello Ragnarok standard dell’azienda, ci sono molte più differenze che somiglianze.

45NRTH abbellisce il Ragnarok Tall con la stessa temperatura consigliata di -3 ° C + / 25 ° F + del normale Ragnarok, anche se è chiaro che la nuova versione è progettata per essere più protettiva con il suo polsino alto e avvolgente in neoprene. Non c’è un vero isolamento di per sé come sugli stivali invernali più hardcore dell’azienda, ma la completa mancanza di ventilazione, fodera impermeabile e corpo in neoprene promettono comunque di mantenere i tuoi maialini piacevolmente asciutti e accoglienti mentre il mercurio scende. Quella fodera impermeabile sigilla anche i fori delle tacchette se dovessi attraversare un ruscello o due.

La tomaia ovviamente fa a meno delle prese d’aria, ma la costruzione a tassello riduce anche al minimo le cuciture dove l’aria fredda può entrare di soppiatto.

Mentre il 45NRTH utilizza una configurazione della lingua più convenzionale sul Ragnarok standard, il Ragnarok Tall ottiene più di una tomaia simile a un calzino con tre singole “dita” in microfibra che avvolgono la parte superiore del piede per fornire una vestibilità più autoregolante. Per fornire una maggiore durata, sia la punta che il tallone del Ragnarok Tall sono rinforzati con un materiale dall’aspetto robusto (e sensibile) chiamato TecTuff. Tutto ciò è assicurato con un singolo quadrante Boa Li2 montato lateralmente con micro-regolazione a doppia direzione e una pratica funzione di estrazione e rilascio.

In basso c’è la stessa piastra in nylon rinforzato con fibre con compatibilità a due bulloni che 45NRTH utilizza da anni, il tutto coperto da una suola in gomma a tutta lunghezza con “alette di filamento di microvetro” che si dice aumentino la trazione quando si cammina su superfici ghiacciate rispetto alle gomme più tradizionali.

Il battistrada è fantastico su terreno innevato o in qualsiasi situazione in cui le condizioni sono un po’ imprecise.

45NRTH offre il Ragnarok Tall nelle taglie 36-50 (solo taglie intere, e curiosamente non c’è la taglia 49), esclusivamente in nero con finiture gialle ad alta visibilità e dettagli riflettenti. Come ci si aspetterebbe, il Ragnarok Tall non è particolarmente leggero, ma poi di nuovo, non è questo il punto. La mia coppia di prova taglia 44 punta la bilancia a un sostanziale 1.071 g e il prezzo al dettaglio negli Stati Uniti è di US $ 245. I prezzi al dettaglio per le altre regioni devono essere confermati.

Impressionantemente accogliente, ma anche un po’ impreciso

45NRTH potrebbe aver annunciato queste scarpe solo pochi giorni fa, ma ho iniziato a testare un paio di pre-produzione a febbraio quando c’era ancora molta neve sul terreno qui in Colorado.

Fedele alle affermazioni, il Ragnarok Tall è straordinariamente caldo in condizioni moderatamente sotto lo zero, anche con venti costanti che soffiano o quando si arranca nella neve alta fino alla tibia – e questo era con le stesse calze di lana di peso medio che indosso spesso l’anno- il giro. La vestibilità volutamente ampia lascia abbastanza spazio per calzini leggermente più spessi se hai bisogno anche di un isolamento ancora maggiore.

La vestibilità del 45NRTH Ragnarok Tall è decisamente più spaziosa.

A dire il vero, non posso commentare quanto bene il Ragnarok Tall protegga dall’acqua in quanto non li ho testati molto in condizioni di super bagnato, ma vale la pena notare che anche se il rivestimento è impermeabile come afferma il 45NRTH, la tomaia ha ancora uno spacco alla caviglia per la patta sul colletto, quindi ci sono limiti pratici a ciò che possono gestire. Ma per le condizioni di bagnato che la maggior parte dei ciclisti può incontrare, non ho motivo di credere che non manterranno i tuoi piedi belli e asciutti.

Sulla bici, 45NRTH ha fortunatamente fatto un lavoro abbastanza decente nel mantenere il Ragnarok Tall comodo in termini di pedalata. Quel polsino in neoprene può estendersi in modo equo sulla parte inferiore della gamba, ma è anche abbastanza flessibile alla caviglia in modo da non interferire con la tua libertà di movimento. Allo stesso modo, la piastra rinforzata in nylon è molto rigida senza flessione evidente in condizioni normali e, come promesso (e come ho sperimentato su altre scarpe con questo design del battistrada), la suola è legittimamente eccellente sia in condizioni invernali che primaverili, anche senza le punte facoltative della punta.

Sfortunatamente, e come ho spesso riscontrato con le scarpe invernali dedicate, la qualità della vestibilità lascia a desiderare, almeno se ti aspetti che si adattino anche lontanamente come le tue scarpe normali.

C’è abbastanza attrito nelle guide dei lacci in tessuto che è difficile ottenere la giusta vestibilità la prima volta.

Prima di tutto, è importante notare che la Ragnarok Tall è una scarpa piuttosto voluminosa in generale, e questo è dovuto al design. Secondo 45NRTH, lo spazio extra è lì apposta per consentire ai motociclisti un po’ più di flessibilità in termini di tipo di calze che vogliono usare.

Abbastanza giusto, ma ci sono altri aspetti del curioso adattamento del Ragnarok Tall che sembrano non correlati.

Quel layout superiore a tre dita che 45NRTH descrive generalmente è vero, ma l’eccessivo attrito nelle guide del pizzo Boa in tessuto significa che è necessario un bel po’ di giocherellare solo per ottenere la tenuta di ciascuna di quelle cinghie un po’ anche attraverso l’intera tomaia, in particolare se si sto cercando una vestibilità aderente. Altrimenti, è fin troppo facile stringere eccessivamente il Ragnarok Tall in una zona della scarpa, solo per lasciare altre parti fastidiosamente allentate. Le cose alla fine si stabilizzano dopo pochi minuti di pedalata, ma quasi mai sono riuscito a ottenere la sensazione che volevo fin dall’inizio.

Non c’è quasi nessun supporto per arco integrato nella piastra del 45NRTH Ragnarok Tall.

Anche quando quei tre cinturini erano uniformi, l’ampia e ampia coppa del tallone rende al meglio solo così così. C’è un po’ di scivolamento durante la guida, ma molto di più quando si è a piedi. Non posso dire se abbia effettivamente un impatto negativo sulle prestazioni, ma conferisce una sensazione generalmente imprecisa che non mi interessava davvero. Se preferisci la tenuta del tallone ultra aderente, ad esempio, di una scarpa Specialized dell’ultimo modello, questo è praticamente l’esatto opposto.

È comprensibile se 45NRTH vuole incorporare un po’ più di volume per calze più spesse qui, ma almeno secondo me, ciò non significa che la coppa del tallone non possa ancora fornire una presa solida, o anche solo essere più a forma di coppa per meno scontrino. E mentre 45NRTH ha sottolineato che il Ragnarok Tall utilizza lo stesso tallone della versione standard (che “ha avuto ottime recensioni di adattamento in passato”), l’azienda ha anche riconosciuto che sta già cercando di migliorare la tenuta del tallone su un prossimo aggiornamento Ragnarok .

Anche il supporto per l’arco è quasi inesistente, senza alcuna curvatura incorporata nella piastra e solo la più piccola modellatura nella soletta in morbida schiuma. Questo non era necessariamente un problema di comfort per me, anche se ero incline a far rotolare le caviglie verso l’interno fino a quando non ho scambiato il plantare di serie con uno aftermarket con un supporto più rigido.

Buono, ma potrebbe ancora essere migliore

Devo ammettere che sono in una posizione piuttosto privilegiata quando si tratta di scarpe da ciclismo invernali, nel senso che ho avuto il lusso di provarne un sacco di diverse per il confronto. Di conseguenza, ho anche capito che mentre il calore è in definitiva l’obiettivo più importante – e una rivelazione assoluta per chiunque non abbia mai usato scarpe da ciclismo invernali dedicate – che l’intimità non deve sempre andare a scapito della qualità del in forma.

Le scarpe invernali 45NRTH Ragnarok Tall sono un po’ goffe, ma fanno un ottimo lavoro per mantenere i piedi caldi in condizioni moderatamente sotto lo zero.

45NRTH ha ottenuto molto bene su questo nuovo Ragnarok Tall: è caldo come dovrebbe essere per la maggior parte degli utenti, non è male pedalare e la suola è una delle migliori che ho usato. Se la tua più grande preoccupazione è evitare che le dita dei piedi si congelino, oserei dire che sarai felice con queste. Senza dubbio, sono buone scarpe per la guida con tempo freddo.

Ma se 45NRTH può affrontare i problemi di attrito dell’allacciatura, supporto dell’arco plantare e tenuta del tallone, porterebbe queste scarpe da buone a fantastiche.

Maggiori informazioni possono essere trovate su www.45nrth.com.



Source link