Qualificarsi per i Campionati del Mondo Ironman con Ray Brenkus

Qualificarsi per i Campionati del Mondo Ironman con Ray Brenkus


Per molti triatleti di lunga distanza, tagliare il traguardo agli Ironman World Championships di Kona, nelle Hawaii, è il traguardo finale. Tuttavia, arrivare all’evento può essere altrettanto impegnativo quanto gareggiarlo. In questo episodio del podcast degli atleti di successo, Ray Brenkus condivide ciò che ha fatto per ottenere una qualificazione Kona e le sue raccomandazioni per altri atleti che vogliono fare lo stesso.



Come qualificarsi per i Campionati Mondiali Ironman

L’Ironman World Championships di Kona, nelle Hawaii, riunisce per gareggiare oltre 2.000 dei migliori atleti di fondo. In una disciplina in cui decine di migliaia di atleti competono ogni anno, anche solo la qualificazione per questo evento è un traguardo significativo.

Gli atleti si qualificano per i campionati del mondo Ironman finendo in una posizione di vertice nella loro fascia di età in un evento Ironman. Ogni gara offre almeno un posto di qualificazione per categoria di età. Il numero di posti aumenta in proporzione al numero di atleti che gareggiano in quella categoria. Quindi una piccola categoria può offrire solo un posto di qualificazione al vincitore di quella categoria. Al contrario, una categoria più grande può offrire posti ai primi dieci atleti della categoria. In sostanza più atleti gareggiano in una categoria, più posti ci sono.

Anche negli eventi con più posti di qualificazione, le dimensioni e la qualità della competizione rendono molto difficile guadagnare un biglietto a Kona. Per l’atleta di successo Ray Brunker, ci sono voluti anni di duro lavoro, l’aggiunta di un allenamento strutturato e alcuni incidenti sfiorati per raggiungere questo obiettivo. Ecco come ha fatto.

Il viaggio di Ray verso una qualificazione Kona

Ray stava cavalcando e correndo da alcuni anni quando ha deciso di iscriversi a un triathlon. All’epoca, Ray aveva molta esperienza ciclistica e un background nella corsa, ma nessuna precedente esperienza di nuoto o triathlon. Per dare il via al suo allenamento di triathlon, si è unito a un tri club locale. Da lì, Ray ha frequentato gli allenamenti di gruppo, ha sfruttato appieno i consigli dei suoi compagni di squadra e ha lavorato con gli allenatori della squadra per migliorare le sue abilità di nuoto. Quando è arrivato il momento di correre l’evento di mezza distanza, Ray era ben preparato e ha ottenuto un risultato solido. Sentendosi motivato dalla sua prima gara, Ray ha deciso che il prossimo sarebbe stato un evento a distanza.

Al suo primo triathlon a distanza a Coeur d’Alene, Ray ha terminato in dodici ore e 44 minuti. Questa volta, però, Ray è rimasto un po’ insoddisfatto della sua performance. Deciso a continuare a progredire, Ray ha raddoppiato il suo allenamento e si è iscritto all’Ironman Canada a Whistler. Nonostante un aumento di esperienza e formazione, ha comunque terminato con un tempo molto simile a Coeur d’Alene. A questo punto, Ray sapeva che avrebbe dovuto fare qualcosa di diverso se voleva continuare a progredire. Così ha deciso di introdurre una formazione strutturata nel suo programma con TrainerRoad.

Presentazione della struttura con TrainerRoad

Quell’anno Ray iniziò ad allenarsi con TrainerRoad e seguendo un Piano di allenamento TrainerRoad. Nel tempo ha iniziato a notare un costante miglioramento delle sue prestazioni in bicicletta e delle sue capacità di corsa. Quando è arrivato il suo prossimo evento, ha battuto di venti minuti il ​​suo PR a mezza distanza. Ora preparato per un altro triathlon a piena distanza, si è iscritto all’Ironman Arizona.

Piani di allenamento per triatleti

Nuota, vai in bicicletta e corri più veloce con una formazione scientifica per tutte le discipline del triathlon.

Dai un’occhiata a TrainerRoad

All’Ironman Arizona, Ray ha perso oltre due ore dal suo miglior tempo precedente. Questo risultato non è stato solo un enorme PR, però. La sua posizione finale e un tempo finale di dieci ore e ventidue minuti hanno fatto capire a Ray che la qualificazione per i Campionati del Mondo a Kona, nelle Hawaii, era un obiettivo realistico. Quindi, nel 2017, Ray ha deciso che sarebbe andato all-in per ottenere una qualificazione Kona.

Qualificazioni a Tulsa

Con questo nuovo obiettivo in vista, Ray ha dato il via al suo allenamento. Rimase dedicato al suo piano di allenamento TrainerRoad, nuotando con il tri-club e mantenendo un regime di corsa coerente. Nel frattempo, ha cercato un evento a cui pensava di potersi qualificare.

Al suo prossimo evento a Boulder, finì settimo, poco meno del quinto e ultimo posto di qualificazione a quell’evento. Dopo la gara di Boulder, ha deciso che avrebbe dovuto essere un po’ più strategico nella scelta del suo prossimo evento. Non era sicuro che un piazzamento tra i primi cinque fosse a portata di mano, ma anche se un piazzamento tra i primi dieci era fattibile. Dopo alcune ricerche, ha appreso che l’evento Ironman a Tulsa, in Oklahoma, avrebbe avuto un pubblico più numeroso e, con esso, più punti di qualificazione.



A Tulsa, l’evento non aveva solo 75 posti per le qualifiche, ma in realtà aveva 150 posti. Per Ray, questa era una buona notizia e significava che aveva ancora più opportunità di ottenere un posto in qualifica. Il giorno della gara, la pioggia durante la tappa in bicicletta ha presentato alcune condizioni di guida avverse. Sapendo di avere un po’ più di margine di errore, guidando in una categoria così grande, Ray si è concentrato su una guida un po’ più prudente e sulla sicurezza. Quindi quel giorno, si è concentrato sul guidare dentro di sé, sul ritmo della gara nel suo insieme e rimanere concentrato. Il risultato è stata una qualificazione per Kona.

I consigli di Ray per una qualificazione all’Ironman World Championship

Ora con una qualificazione alle spalle e Kona da guardare con impazienza, Ray ha alcuni consigli da condividere con altri atleti che vogliono qualificarsi per il campionato del mondo. Se stai cercando di qualificarti per l’Ironman World Championships, ecco cosa consiglia Ray.

1. Scegli l’evento giusto per te

Con gare organizzate in tutto il mondo, c’è un’ampia varietà di percorsi e luoghi tra cui scegliere. Ray consiglia di scegliere una gara che favorisca i tuoi punti di forza e offra molti punti di qualificazione. Nel caso di Ray, ha scelto l’Ironman Tulsa perché sapeva che una gara di quelle dimensioni avrebbe avuto almeno 75 punti Kona disponibili. In una gara più piccola, Ray dovrebbe entrare tra i primi cinque della sua categoria, ma in un evento grande come Tulsa, dovrebbe essere tra i primi dieci. Se hai la libertà di viaggiare per i tuoi eventi, prova a selezionare un evento Ironman con una fascia di età significativa.

2. Concentrati sulla coerenza

Alla fine, la qualifica di Ray è stata il risultato di molto lavoro e di un progressione dell’allenamento a lungo termine. Ray sente che deve molti dei suoi progressi a lungo termine alla sua costanza e capacità di attenersi a un piano di allenamento. Dice che avere un piano di allenamento con TrainerRoad gli fa risparmiare tempo, poiché non deve pianificare nessuno dei suoi progressi o cicli di carico.

Per gli atleti che faticano a mantenere un regime di allenamento coerente, Ray consiglia di definire la propria configurazione indoor e di sviluppare la propria routine di allenamento. “Di solito preparo tutti i miei alimenti/bottiglie la sera prima e cerco di fare i miei allenamenti alla stessa ora ogni giorno durante la settimana e nei fine settimana, così ho il resto della giornata per la famiglia, il lavoro, ecc.”

3. Preparati per le condizioni

Ray consiglia anche di fare il possibile per prepararsi alle condizioni dell’evento, specialmente se farà caldo. Per Tulsa, Ray ha fatto un protocollo di acclimatazione al calore per prepararsi alla guida a temperature calde con una sauna fai da te. Ha seguito questo regime di acclimatazione al caldo quattro o cinque giorni alla settimana nei tre mesi prima dell’evento. Riflettendo su questo, Ray ha sentito che lo ha aiutato ad affrontare il caldo il giorno dell’evento e ad abbassare la frequenza cardiaca a riposo durante la corsa. Dice: “Credo che il caldo sia stato il vero fattore che ha fatto la differenza per me”.

4. Cavalca dentro te stesso

Quando stai cercando di qualificarti per Kona, ha il potenziale per aggiungere un po’ di pressione al tuo evento. Nel caso di Ray, sapere di essersi avvicinato così tanto alle qualifiche in un evento precedente ha aggiunto un po’ di peso mentale alla sua giornata. Il giorno della gara, però, Ray si è concentrato sul guidare dentro di sé e sull’eseguire il suo programma del giorno della gara. Durante il viaggio, quando il tempo rendeva le cose pericolose, si assicurava di guidare in modo conservativo. Ray sente che questo tipo di ritmo e strategia mentale può fare la differenza.

5. Fallo!

Ray dice che puoi imparare molto guardando i risultati passati, dati di allenamento, e tempi. Con esso, puoi trovare un evento adatto alla tua forma fisica e ai tuoi obiettivi. Quindi, quando trovi quella gara che si allinea con le tue capacità, i tuoi punti di forza e i tuoi obiettivi, provaci e iscriviti! “Guarda quanti slot ci sono e trova una gara in cui i tuoi tempi ti mettono all’interno o vicino allo slot assegnato per la tua età e poi iscriviti a quella gara, non importa dove si trovi.”

Maggiori informazioni sulla qualificazione Ironman


Perché gli atleti di tutto il mondo usano TrainerRoad per diventare più veloci?

Al di sopra di 9.000 recensioni nell’App Store. Una media di 4,9 stelle. La valutazione più alta di qualsiasi app di allenamento per il ciclismo. Al di sopra di 16 milioni di allenamenti completati e contando. 100 diversi piani di allenamento e oltre 2.000 diversi allenamenti che vengono utilizzati per creare automaticamente un piano personalizzato per i tuoi obiettivi e la tua esperienza. Tutto perché ci concentriamo su una cosa: aiutarti a essere più veloce.

Vuoi ancora più prove? Scopri oltre 1.700 storie e miglioramenti FTP per come TrainerRoad ha aiutato gli atleti a diventare più veloci ed esplorare tutto ciò che abbiamo per renderti un ciclista più veloce su TrainerRoad.com.

Dai un’occhiata a TrainerRoad





Source link