Qual è la salsa segreta di Colin Strickland per Unbound Gravel? Restare rilassati e fiduciosi

Qual è la salsa segreta di Colin Strickland per Unbound Gravel?  Restare rilassati e fiduciosi



Esclusiva per i membri

Diventa un membro per sbloccare questa storia e ricevere altri fantastici vantaggi.

Il ronzio di uno strumento elettrico continua a interrompere la mia conversazione telefonica con Colin Strickland, ma non si scusa per il rumore. Il campione in carica di Ghiaia non legata sembra essere molto preoccupato per una cosa che porta alla corsa su ghiaia del tendone: finire il camper Spartan che sta ristrutturando in modo che possa rimorchiarlo a Emporia in una settimana.

L’enorme vittoria di Strickland a Unbound, noto come DK nel 2019, ha prodotto una serie di trame. Primo, come si era allontanato con 95 miglia da percorrere. Quindi, un record di corso inferiore a 10 ore. Come ha ferito tre professionisti del WorldTour, Pete Stetina, Lachlan Morton e Alex Howes, per ottenere la vittoria in Kansas. E anche il fatto che provenisse da un background di corse pro crit veloci e sporche ha fatto girare la testa.

Quindi, il titolo più intrigante di tutti: Colin Strickland ha scelto Dirty Kanza invece di Paris-Roubaix ed EF Pro Cycling.

A maggio del 2021 gli chiedo, se ne pentirà?

“Non una volta”, ha detto. “Mai. Ho troppi interessi al di fuori del ciclismo per considerarlo anche lontanamente. “

Formazione non formazione

Oltre a rinnovare i vecchi camper, Strickland armeggia anche con i camion di cui ha bisogno per rimorchiarli. Mentre siamo al telefono, mi invia una foto del 1998 Dodge diesel Cummins 12 valvole che sta anche cercando di preparare prima del viaggio in Kansas. Accanto ad essa nel vialetto c’è una Land Rover Discovery 2. Ci sono motociclette in mezzo.

Mi ha già detto che è un giorno di riposo, ma comunque. Le bici da corsa sono anche lontanamente nella sua mente in mezzo a tutto questo metallo?

“Mi piace ancora andare in bicicletta”, ha detto. “È stato solo un anno strano.”

Mentre la scarsità di corse dall’inizio della pandemia nel marzo del 2020 ha dato a Strickland il tempo di lavorare sulla sua miriade di altri progetti, non mi sta prendendo in giro con quanto sia discreto riguardo all’allenamento per il 2021, e in particolare per Unbound.

Il ciclista con sede in Texas ha da tempo sposato che le condizioni indigene in cui vive – calore, umidità, vento contrario – rendono ogni corsa una corsa di allenamento. Non ha un allenatore (né, guarda caso, la campionessa femminile DK 2019 Amity Rockwell) e non segue sempre un allenamento prescritto.

Prende solo ciò che il Texas gli dà e esce più forte della maggior parte degli altri.

“È solo adatto a quel tipo di corsa”, ha detto. “È sempre quello che ho qui ad Austin: caldo, veloce, rotolante. Pedali tutto il giorno. Non c’è pedalare su per le montagne e poi scendere, è tutto pedalare. Non vado mai a gambe all’aria durante gli allenamenti. “

“Quindi, in quel senso, Unbound è adatto a me, e in quel senso, mi sono allenato per questo.”

Tutti a bordo per Unbound

A gennaio, Strickland si è recato nel sud della California al Red Bull’s Athlete Performance Center (APC). Lì, ha trascorso alcuni giorni a lavorare con fisiologi e istruttori che eseguivano il tipo di cose che normalmente non fa, come i test di soglia. Il team ha individuato le cose su cui Strickland può concentrarsi e ha compilato piani di allenamento in tal senso.

Anche se numeri e dati potrebbero non essere il linguaggio d’amore di Strickland, non esita ad ammettere di avere dei punti deboli sulla moto. È venuto via da Santa Monica più consapevole di loro e ancora fermamente convinto che il tipo di duro allenamento che fa ad Austin sia la migliore preparazione per le gare di ghiaia.

“In MTB XC su strada, pista e short track, è più significativo avere questi enormi sforzi brevi”, ha detto. “Nella ghiaia, è un adattamento fisiologico e una forza mentale più sottili che derivano dalla guida della bicicletta. Detto questo, senza dubbio mi aiuta ad aggiungere una certa dimensione alla mia preparazione e forma fisica per essere in grado di incorporare alcune intuizioni più basate sui dati “.

Poi, ad aprile, Strickland si è recato a Marfa, in Texas con una troupe cinematografica della Red Bull per girare ‘La strada verso il nulla. ” Le condizioni erano calde, ventose e brutali per la cronometro di cinque ore, che è esattamente ciò a cui Strickland è abituato ed esattamente ciò che crede gli dia il suo vantaggio.

“È la formula che mi ha reso forte, sentirmi a mio agio nel vento da solo”, ha detto. “Di solito è così che vinci una gara.”

Lo scorso fine settimana, Strickland faceva parte del campo pro accatastato a Loco di ghiaia, una nuova gara a Hico, Texas. Le condizioni non erano tipiche – ha piovuto a dirotto per l’ultima metà della gara – e le solite acrobazie di Strickland non hanno avuto successo. Ha concluso 34 secondi dietro al rifugiato WorldTour Laurens ten Dam.

Ora, i due stanno trascorrendo alcuni giorni insieme ad Austin prima di dirigersi entrambi verso Emporia: Ten Dam in un camper a noleggio e Strickland che rimorchia il suo rimorchio Spartan.

In qualità di campione in carica della gara, Strickland ha detto che sperava di non dover fare nulla di “sciocco e drammatico per agitare la gara questa volta”. Tuttavia, ha anche ammesso di anticipare un campo molto competitivo – un punto conquistato a casa a Hico lo scorso fine settimana.

Penso che il campo sarà cambiato molto dal 2019 “, ha detto. “Penso che siamo rimasti sorpresi dal livello di concorrenza nel 2019, ma penso che saremo davvero sorpresi da chi si presenterà quest’anno.”

Strickland avrà forte concorrenza da dozzine di corridori, tra cui i professionisti del WorldTour Quinn Simmons e Matteo Jorgensen, così come gli specialisti della ghiaia Pete Stetina e Ian Boswell. Mentre Strickland adotta un approccio notoriamente più rilassato alla preparazione della gara rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti, è un po ‘come l’allenamento’ non strutturato ‘- in realtà fa parte della sua strategia.

“Mi piace semplicemente presentarmi e sentirlo in gara, è il modo più divertente per farlo”, ha detto. “Non sono mai stato il più concentrato sulla preparazione. Mi piace mettere a punto le mie capacità di reazione. Essere a proprio agio nel momento. Non c’è dubbio, è efficace prepararsi con pre-riding e studio dettagliato. Ma sono più bravo a reagire al volo. Questo di per sé è un insieme di abilità. “

“Vado fiducioso. Ma sono sempre fiducioso perché è quello che ti serve meglio. Perché pensi che non lo vincerai? “



Source link