Primo giro: la nuova mountain bike Yeti SB115

Primo giro: la nuova mountain bike Yeti SB115


Dopo il nostro bike test annuale, Al di fuori dichiarato 2020 “l’anno del breve viaggio 29er. ” Il collaboratore Josh Patterson, che ha eseguito il nostro test, ha lodato questa categoria di mountain bike per la sua personalità ben bilanciata: ha la sensazione vivace di una bici a corsa breve, abbinata alla geometria capace di discesa di una bici da trail più aggressiva, ed è costruito attorno a grandi ruote da 29 pollici con grande capacità di ribaltamento.

Ieri, Yeti Cycles ha rilasciato la sua ultima risposta a questa razza tanto pubblicizzata con il nuovo Yeti SB115, una versione evoluta di Bicicletta da fondo SB100 che l’azienda dice che alla fine sostituirà. L’SB115 ha 115 millimetri di escursione della ruota posteriore, una forcella con escursione di 130 millimetri, una geometria della bici da trail allentata e una struttura che non sarebbe fuori luogo su una bici da enduro.

Sebbene l’SB100 sia stata dichiarata una bici che mescola il genere quando è uscito per la prima volta nel 2018, con una forcella da 120 millimetri, una geometria più lunga e slanciata e una costruzione di serie che includeva pneumatici robusti e un reggisella telescopico, era, nel suo cuore, una leggera bici da corsa campestre. I revisori e gli atleti di Yeti lo hanno elogiato per aver gestito terreni molto più nodosi di quelli che i suoi 100 millimetri di escursione sulla ruota posteriore avrebbero dovuto consentire, definendola una “bici da cross country da discesa”. Ma offriva ancora solo 100 millimetri di viaggio.

Quindi l’SB115 è iniziato come un tentativo di rendere l’SB100 ancora più capace attraverso uno dei Lunch Ride (LR) di Yeti build, afferma il product manager Ryan Thornberry. (Il nome Lunch Ride è un cenno alla tradizione di mezzogiorno di lunga data dell’azienda, in cui i dipendenti hanno iniziato a mettere parti delle sospensioni più pesanti sulle loro bici personali.) I kit LR rendono i modelli esistenti più orientati al downhill, con un più lungo forcella e un ammortizzatore a corsa leggermente più lunga, oltre ad alcune altre modifiche alla costruzione.

Per realizzare un SB100 LR, gli ingegneri hanno sostituito una forcella da 130 millimetri con la precedente forcella da 120 millimetri, ma questo ha allentato gli angoli del tubo sterzo e del tubo sella. Per mantenere la geometria e la maneggevolezza della 100, gli ingegneri hanno ridisegnato il collegamento superiore e spostato il perno che collega l’ammortizzatore al fodero del sedile posteriore. Ciò non solo ha consentito una geometria quasi identica all’SB100, ma ha anche consentito l’installazione di un ammortizzatore a corsa più lunga e ha dato alla bici 15 millimetri in più di escursione della ruota posteriore. (A causa della forcella più lunga, l’altezza del movimento centrale è più alta sull’SB115, ma gli angoli del tubo sterzo e del tubo sella sono essenzialmente gli stessi di quelli dell’SB100.) Così è nato l’SB115. Sorprendentemente, Thornberry afferma di aver raggiunto la corsa extra senza un aumento di peso netto: un telaio SB115 pesa lo stesso di un telaio SB100.

Se l’SB100 viveva da qualche parte tra un cross-country e un trail rig, le parti per l’SB115 smentiscono le sue intenzioni di evolversi più vicino all’estremità del trail dello spettro. Sto testando un SB115 nella build T2 ($ 6.900), che presenta il telaio in carbonio Turq di alto livello (il più leggero) di Yeti e X01 Eagle di SRAM trasmissione, con la sua nuova cassetta 10-52. La mia bici ha quattro pistoni, in stile downhill SRAM G2 RSC freni, basati sui potenti freni Code di SRAM. Ha un manubrio largo 780 millimetri. E rotola su un paffuto 2,5 pollici Maxxis Minion DHF pneumatico davanti, con un 2,3 pollici Maxxis Aggressor nella parte posteriore, la stessa configurazione che ho eseguito sulla mia moto da enduro.

Ho posseduto un SB100 per circa un anno, insieme a un 29er da 135 mm di viaggio che era sia enduro che trail oriented. Mentre l’SB100 mi ha sempre stupito con le sue capacità, ho comunque scoperto che preferivo la mia bici da trail a lungo viaggio nella maggior parte delle normali situazioni di guida, poiché gravito verso la guida tecnica, le discese più veloci e il bike park. Avendo guidato la SB115 nelle ultime settimane, posso dire che questa nuova bici è ancora più versatile e adatta ad essere una bici da trail di tutti i giorni per molti ciclisti.

Non sorprende che l’SB115 salga molto, molto bene. Yeti afferma che una taglia media nella mia build T2 pesa 27,6 libbre, con un peso del telaio di 5,9 libbre. (Il telaio in carbonio della serie C di fascia media ha un peso dichiarato di 6,2 libbre.) Per una bici da trail leggera in questi giorni, è impressionante. Confronta questi numeri con un paio degli attuali colleghi dell’SB115 nella categoria 29er con escursione da 115 a 120 millimetri: Pivot’s Trail 429 ha un presunto peso del telaio di 6,4 libbre; Tallboy CC di Santa Cruz, con una build X01 simile all’SB115, ha un peso dichiarato della bici di 28 libbre.

Avendo guidato la SB115 nelle ultime settimane, posso dire che questa nuova bici è ancora più versatile e adatta ad essere una bici da trail di tutti i giorni per molti ciclisti.

Ma la capacità dell’SB115 di affrontare le salite in modo diretto ed efficiente non è solo perché è leggero. Lo Switch Infinity di Yeti, il suo caratteristico design delle sospensioni, che accoppia un leveraggio a quattro barre con una coppia di alberi “traslatori” alloggiati vicino al movimento centrale, ha sempre mostrato una grande conformità ai piccoli urti, pari a una trazione che ispira fiducia. Su salite che vanno da strade ripide e incrinate a raspare su arenaria grumosa o sporgente, l’SB115 si attacca alle superfici, fornendo un aiuto gradito sulle salite tecniche. Ha reso notevolmente più facile il lavoro delle salite più dure del Colorado Front Range.

E quando il sentiero si è appiattito o ha girato in discesa, i 15 millimetri in più di corsa nella parte posteriore e 10 millimetri nella parte anteriore hanno mostrato. Se l’SB100 ha guidato come una bici da cross country con geometria da trail, l’SB115 va come una bici da trail a corsa breve, punto. Ho guidato l’SB115 come mio pilota quotidiano per circa un mese, sullo stesso terreno dove normalmente porterei il mio 29er da 135 millimetri o il Yeti SB130 LR Ho anche guidato. La discesa più rivelatrice che ho sperimentato sull’SB115 è stata un sentiero veloce, notoriamente ruvido, solo in discesa pieno di bar d’acqua, atterraggi bombardati e giardini rocciosi ossuti. Questo non era affatto vicino al terreno ideale per una bici come questa, e mentre dovevo scegliere le mie linee con più attenzione, l’SB115 era straordinariamente composto alle alte velocità. In alcune discese simili, ho persino impostato PR o perso pochissimo tempo rispetto alle corse su biciclette a lungo viaggio. Colpi più grandi e frequenti a bassa velocità hanno fatto aumentare di più la bici, ma c’è da aspettarselo per una bici a corsa breve. Yeti vanta che Switch Infinity consente agli ingegneri di sintonizzarsi per una “sensazione senza fondo”, il che significa che è estremamente difficile toccare il fondo, il che aiuta a contribuire a una bici che va come se fosse più capace di quanto il suo viaggio suggerisca. L’SB115 mostra questo tratto di personalità a un T.

Mentre è impressionante che l’SB115 si regga sui sentieri più difficili, in realtà quei sentieri rappresentano una piccola percentuale del terreno che la maggior parte di noi percorre la maggior parte del tempo. È su tutti gli altri sentieri – quelli che cadono nella parte grassa della curva a campana, i blu ei neri addomesticati – dove questa bici brilla davvero. La manovrabilità acuta e agile rende l’SB115 una gioia per lanciarsi in picchiata attraverso curve a S e curve piatte e piegarsi e manovrare rapidamente intorno agli ostacoli. Quella stessa sensazione precisa ripaga anche a basse velocità, come quando stai infilando una linea difficile in una svolta rocciosa. E un angolo di sterzo di 67,6 gradi raggiunge un dolce equilibrio tra maneggevolezza e stabilità: dopo mesi di guida su bici a corsa lunga super allentate, l’SB115 mi ha fatto sentire come se fossi diventato improvvisamente un miglior gestore di bici.

Questo non era affatto vicino al terreno ideale per una bici come questa, e mentre dovevo scegliere le mie linee con più attenzione, l’SB115 era straordinariamente composto alle alte velocità.

Una solida piattaforma di pedalata mi ha incoraggiato a martellare fuori sella su tratti pianeggianti e in discesa più spesso, anche quando ero in piedi e giravo a gomito, la sospensione posteriore rimaneva stabile senza oscillazioni rilevabili. Il solido supporto a metà corsa (molto più facile da ottenere su una bici a corsa breve) rende anche l’SB115 meravigliosamente papavero da piccoli rulli e lo aiuta a sparare da berme profonde e galleggiare su rocce grosse ad alta velocità, mostrando grazia sotto pressione. Durante un periodo in cui le biciclette continuano a diventare più lunghe e lente e ad aumentare gli spostamenti, guidare l’SB115 è un promemoria di quanto sia divertente e giocosa una bici da trail a corsa breve ben bilanciata. Se i sentieri più difficili sono più divertenti su una bici da trail a lungo viaggio, la maggior parte altri percorsi sono più divertenti sull’SB115.

Se stai leggendo questa recensione, però, probabilmente hai già venduto i vantaggi di un 29er per viaggi brevi. Quindi l’SB115 fa per te? Ecco un modo per pensarci: se dovessi eseguire test genetici su alcuni modelli popolari nella categoria trail-29er a corsa breve, i risultati mostrerebbero che l’SB115 è un discendente più diretto di una bici da cross-country rispetto a coetanei come la Ibis Ripley, Pivot Trail 429 o Santa Cruz Tallboy /Juliana Joplin (tutte e tre le bici hanno una corsa della ruota posteriore di 120 millimetri e quella anteriore di 130 millimetri). Ricorda, l’SB115 ha essenzialmente lo stesso telaio dell’SB100, che è stata progettata come una bici da corsa leggera per cross-country che potrebbe dare un pugno al di sopra del suo peso sulle discese. Biciclette come la Trail 429 e la Tallboy, al contrario, non hanno mai tentato di passare come macchine da corsa campestre. (Sia Pivot che Santa Cruz offrono anche attrezzature per gare di cross-country dedicate, superleggere, con corsa di 100 millimetri.) Anche se non ho guidato l’attuale Trail 429 o Tallboy per essere in grado di parlare di come questo si traduce in differenze di guida, il La linea filante di SB115 si mostra nei numeri di peso complessivi presentati sopra, così come una geometria leggermente più ripida e più corta rispetto a queste altre bici. (Solo per rapidi scopi illustrativi, ecco gli angoli della testa sul Trail 429, Ripley e Tallboy: 67, 66,5 e 65,7 gradi, rispettivamente.)

Ciò rende l’SB115 una scelta facile per i motociclisti orientati alla resistenza e per coloro che potrebbero competere in eventi di più giorni con grandi salite e discese stravaganti, come la BC Bike Race nella British Columbia o la Breck Epic in Colorado. Ma che tu corra o no, vuoi una bici che non sia solo dannatamente brava in arrampicata, ma anche divertente da guidare tutti gli altri giorni dell’anno, cosa che sicuramente è l’SB115. Quindi forse un altro modo di pensarci è questo: stai cercando una 29er divertente, giocosa e capace a corsa breve, e apprezzi anche avere un po ‘di fiducia in più sulle salite e una maneggevolezza accurata? Se la risposta è sì, penso che sarai molto felice su uno Yeti SB115.

Acquista ora

La nostra missione di ispirare i lettori a uscire non è mai stata così critica. Negli ultimi anni, Outside Online ha riferito di ricerche rivoluzionarie che collegano il tempo nella natura al miglioramento della salute mentale e fisica e ti abbiamo tenuto informato sulle minacce senza precedenti alle terre pubbliche americane. La nostra copertura rigorosa aiuta ad accendere dibattiti importanti sul benessere, i viaggi e l’avventura e fornisce ai lettori una porta accessibile a nuove passioni all’aperto. Il tempo fuori è essenziale e noi possiamo aiutarti a trarne il massimo. Dare un contributo finanziario a Outside Online richiede solo pochi minuti e ci assicureremo di poter continuare a fornire il giornalismo innovativo e informativo da cui dipendono lettori come te. Speriamo che ci sosterrai. Grazie.

Contribuisci a Outside

Foto principale: per gentile concessione di Yeti Cycles

Quando acquisti qualcosa utilizzando i link al dettaglio nelle nostre storie, potremmo guadagnare una piccola commissione. Al di fuori non accetta denaro per recensioni di articoli editoriali. Leggi di più sulla nostra politica.



Source link