Parla il dottor Richard Freeman: “Non sono un dottore doping”

Parla il dottor Richard Freeman: “Non sono un dottore doping”


Nonostante sia stato giudicato colpevole dal Consiglio medico generale di aver ordinato il testosterone “sapendo o credendo” che fosse per drogare un motociclista, Richard Freeman continua a protestare contro la sua disonestà, dicendo che “non è un dottore doping”.

Parlando per la prima volta dopo il verdetto del tribunale venerdì (12 marzo), ha detto Freeman il Daily Mail il cavaliere a cui presumibilmente ha somministrato il testosterone non esiste, ma accetta che a causa delle bugie che ha detto durante il tribunale ci sono persone che “non possono fidarsi di nulla di quello che dico”.

“È così deludente”, ha detto Freeman al giornale. “È incredibile. Non ho mai drogato un pilota in vita mia. Devo ancora vedere le prove di chi presumibilmente fosse questo pilota. Accetto che ci siano persone che non mi credono. Diranno che ho mentito e cambiato la mia storia e non posso fidarmi di nulla di ciò che dico. Ho ammesso quelle bugie. “

Questa linea è simile a quella messo fuori dal Team Ineos a seguito del verdetto di colpevolezza, il team WorldTour ha affermato di non credere che ci fossero prove che gli atleti usassero o cercassero di utilizzare le 30 bustine di Testogel vietato ordinate al quartier generale di Manchester nel 2011.

>>> ‘Fino a quando non sarà chiarito, tutti i soggetti coinvolti non dovrebbero essere vicini allo sport’: MP chiede a Ineos di sospendere Dave Brailsford

“E, sì, mi sono meritato il tribunale GMC. Ma posso dire con la coscienza pulita che non ho ordinato a Testogel di sapere o di credere che fosse per aver barato ”, ha continuato Freeman, argomentando contro il verdetto di colpevolezza.

“Noi [Team Sky and British Cycling] erano più interessati a spendere soldi per cuscinetti in ceramica invece che per un sistema di cartelle cliniche. Sono ancora scioccato da questo verdetto. Ho fatto molti errori ma non sono un dottore doping. La reputazione di molte brave persone è sotto una nuvola e questo non è giusto, non da ultimo per loro “.

Un ulteriore verdetto del GMC è fissato per il 17 marzo per decidere se Freeman sarà cancellato come medico. Attualmente lavora presso uno studio del NHS appena fuori Blackburn, aiutando a somministrare il vaccino Covid.



Source link