Nessuna tregua dopo il Tour de France, i campionati del mondo di ciclismo su strada UCI – VeloNews.com

Nessuna tregua dopo il Tour de France, i campionati del mondo di ciclismo su strada UCI – VeloNews.com


“],” filter “: {” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}}”>


Esclusiva per i membri

Diventa un membro per sbloccare questa storia e ricevere altri fantastici vantaggi.

Ora che il file Tour de France e campioni del mondo sono finite, tutti possono respirare tranquillamente. Destra? Sbagliato.

Se il lunedì fosse un “giorno di riposo” in un grand tour, il prossimo non arriverà fino alla fine di ottobre.

Il calendario WorldTour rivisto va in overdrive per le prossime settimane, quasi senza interruzioni fino alla fine del Vuelta a España l’8 novembre.

In effetti, lunedì 28 settembre è l’ultimo giorno del calendario maschile e femminile senza una grande gara WorldTour fino al primo giorno di riposo della Vuelta il 26 ottobre. Aggiungine un altro il 2 novembre, e il gioco è fatto. Ogni due giorni tra martedì 29 settembre e la fine della Vuelta include almeno una gara WorldTour.

Tanto riposo per chi è stanco.

Ovviamente questo calendario delle corse senza precedenti arriva sulla scia del coronavirus pandemia. L’ascesa di COVID-19 ha fatto deragliare la tipica stagione delle corse a marzo e ha costretto tutti a rimescolare il mazzo.

Finora le cose sono andate meglio del previsto.

Il gruppo ha sopportato la grande spinta di portare il Tour de France a Parigi, il Giro Rosa ha attraversato l’Italia e il campioni del mondo brillava questo fine settimana a Imola. Tutti gli stakeholder chiave del gruppo, dai corridori e squadre agli organizzatori della gara e all’UCI, meritano il merito di averlo portato a termine.

giro rosa
Il podio dopo la tappa 8 del Giro Rosa 2020. Foto: Luc Claessen / Getty Images

Ora arriva la seconda parte di quello che è un calendario di gare rivisto selvaggio e talvolta estremamente divertente.

Dopo il “giorno di riposo” di lunedì, il WorldTour torna in azione martedì con il Binckbank Tour, seguito dalle edizioni maschili e femminili di Flèche Wallonne mercoledì e lo stesso per Liège-Bastogne-Liège domenica.

Oh, e abbiamo detto che il Giro d’Italia inizia sabato?

Le gare sono state ritirate dal loro slot tradizionale, strette in una finestra più stretta e rimontate per rendere dovuto a quello che tutti sperano sia un evento unico.

Calendario gare 2020 redux

Il Giro di ottobre? Certo, perché no? I classici della primavera in autunno? Arrivano.

Il Giro d’Italia, che inizia sabato e si protrae fino al 25 ottobre, si sovrappone alla Vuelta, in programma dal 20 ottobre all’8 novembre. In mezzo, ci sono le classiche del nord e una serie di gare di un giorno nel calendario femminile.

I fan, i media, i corridori e i direttori sportivi avranno un colpo di frusta prima che tutto questo sia finito.

Non è solo che le gare si sovrapporranno. In alcuni casi, ci sono più gare in un giorno.

Prendi il 25 ottobre, per esempio. È già stato salutato come la “Super domenica” del ciclismo.

La giornata prevede la tappa finale del Giro d’Italia, con una cronometro a Milano. C’è anche il finale in vetta al Col du Tourmalet alla Vuelta. E per renderlo ancora più dolce, c’è il prima donna in assoluto Paris-Roubaix in mattinata, seguita da quella maschile Parigi-Roubaix nel pomeriggio.

È ora di rispolverare quel lettore VHS e premere il pulsante di registrazione.

Contando solo i giorni di gara WorldTour, ce ne sono 51 per gli uomini e 12 per le donne nelle prossime sei settimane. E questo non conta nemmeno le razze secondarie. In effetti, il lunedì non era affatto un giorno di riposo. Era il secondo giorno dell’82a edizione della Volta a Portugal.

Naturalmente, tutta quella corsa potrebbe essere deragliata ancora una volta. I casi di COVID-19 stanno aumentando in tutta Europa e c’è già la neve sul Tourmalet.

Se l’azione scintillante delle ultime settimane è un’indicazione di ciò che è in serbo, tuttavia, non vuoi perderti nulla.



Source link