Merckx: Jumbo-Visma ha guidato “stupidamente” al Tour

Merckx: Jumbo-Visma ha guidato “stupidamente” al Tour


L’ascesa di Tadej Pogacar in cima alla classifica generale nella tappa 20 di sabato del Tour de France è stata uno shock per la maggior parte delle persone nel mondo del ciclismo, ma a quanto pare non per Eddy Merckx.

Secondo Merckx, Jumbo-Visma avrebbe dovuto vedere la sfida di Pogacar per il giallo in arrivo, e ha agito di conseguenza. Il cinque volte vincitore del Tour non ha usato mezzi termini in un intervista a L’Equipe dopo il trionfo di Pogacar al TT.

“Per lo più cavalcavano stupidamente”, ha detto Merckx di Jumbo-Visma. “Per tre settimane li abbiamo visti girare a tutta velocità, senza lasciar passare nulla. Hanno dominato, controllato tutto, ma hanno dimenticato solo un ragazzo, questo giovane di 21 anni a soli 50 secondi indietro. Che errore di giudizio! Si sono presi la loro stessa trappola. “

Per Merckx, la minaccia rappresentata da Pogacar – per la precisione a 57 secondi dalla fase 20 – avrebbe dovuto essere “ovvia” per Roglic e Jumbo-Visma.

“Puoi chiedere a mia moglie e ai miei parenti, ho detto per giorni che i 50 secondi di vantaggio di Roglic non erano sufficienti per garantire la vittoria finale”, ha detto Merckx. “Ho visto questo Pogacar diventare grande come una casa. Avevo detto che l’unica soluzione per lui era aspettare la cronometro, il tempo era dalla sua parte “.

Come si è scoperto, è proprio quello che ha fatto Pogacar. Il 21enne è entrato nel TT di sabato con molto terreno per recuperare Roglic, ma alla fine ha fatto questo e altro.

Il vantaggio di Pogacar su Roglic nella classifica finale è di ben 59 secondi.

“Avrebbero dovuto capire che Pogacar non li avrebbe attaccati, era impossibile intrappolarli nelle montagne”, ha detto Merckx. «Ma avrebbero dovuto provare a farlo saltare in aria molto prima per avere abbastanza spazio per respirare. È una bella lezione di ciclismo. “

Merckx ha elogiato molto Pogacar, la cui corsa impressionante alla Vuelta a España dello scorso anno è stata un segno delle cose a venire.

“Dal suo terzo posto alla Vuelta a España lo scorso anno, sapevo che era qualcosa di eccezionale”, ha detto Merckx. “Non puoi fare questi numeri in un Grand Tour da tre settimane a 20 anni senza avere il talento per andare con esso. Jumbo potrebbe aver dimenticato le immagini della Vuelta 2019. Anche questo è un grave errore. “

Pogacar non volerà sotto il radar ora, ma anche come uomo segnato, sembra probabile che contenderà al Tour per gli anni a venire.

Un anno dopo che Egan Bernal si è affermato come la più grande giovane stella del ciclismo, Pogacar è ora diventato il più giovane vincitore del Tour dalla prima guerra mondiale. Inoltre, per come la vede Merckx, Bernal deve dimostrare di poter riprendersi dalla sua campagna 2020. Per la leggenda del ciclismo belga, per ora è un vantaggio Pogacar.

“Non so se la vittoria di Pogacar sia una buona notizia per lui, ora l’asticella è alta”, ha detto Merckx. “D’altra parte, Bernal quest’anno è stato anche peggio. È necessario vederlo all’opera per sapere se potrà competere con Pogacar negli anni a venire “.



Source link