Mathieu van der Poel prende la fase finale e nel complesso con 50 km di attacco in solitaria – VeloNews.com

Mathieu van der Poel prende la fase finale e nel complesso con 50 km di attacco in solitaria – VeloNews.com


“],” filter “: {” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}}”>

Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) ha conquistato la vittoria nella tappa finale del BinckBank Tour sabato, strappando la vittoria in classifica generale a Mads Pedersen (Trek-Segafredo) con un inarrestabile movimento in solitaria a 50 km dal traguardo.

Il supremo olandese aveva iniziato la tappa con 17 secondi di ritardo sul leader della corsa Pedersen e, in vero stile Van der Poel, ha preso in mano la gara con una mossa sull’iconica salita acciottolata del Muur van Geraardsbergen. Il 25enne ha attraversato il gruppo dal gruppo al gruppo di fuga prima di attaccare i fuggitivi, cavalcando Florian Senechal (Deceuninck-Quick-Step) dalla sua ruota sui ripidi pendii del Muur e cavalcando da solo fino alla linea.

“All’improvviso ero solo”, ha detto della sua mossa non pianificata. “Per un attimo ho esitato perché era ancora lontano dal traguardo, ma alla fine ho giocato tutto o niente”.

La mossa vincente di Van der Poel era iniziata a circa 70 km dalla fine della tappa in stile classico a Geraardsbergen, che prevedeva un circuito di chiusura che comprendeva sia le salite di Muur che quelle di Bosberg che caratterizzano il Giro delle Fiandre. Il corridore dell’Alpecin-Fenix ​​ha utilizzato per la prima volta il Muur per lanciarsi lontano dal gruppo con quasi due ore di gara rimanenti. 20 km più tardi, dopo aver attraversato un gruppo di otto con altri due corridori al volante, ha attaccato una seconda volta sulla salita acciottolata per spazzare via i suoi compagni fuggitivi e correre verso la vittoria.

Dietro di lui, un certo numero di rivali in classifica generale tra cui Pedersen, Stefan Küng (AG2R La Mondiale) e Søren Kragh Andersen (Sunweb) hanno lanciato attacchi negli ultimi 30 km mentre il distacco di 60 secondi di van der Poel sembrava destinato a strappare loro la gara.

Oliver Naesen (AG2R La Mondiale) e Sonny Colbrelli (Bahrain McLaren) sono usciti liberi negli ultimi 15 km di gara nel tentativo di raggiungere van der Poel, ma l’olandese è riuscito a tenerli a bada, vincendo la tappa per soli tre secondi su Naesen.

Küng e Kragh Andersen sono finiti quarto e quinto sul palco per prendere il secondo e il terzo posto nella classifica generale, facendo cadere Pedersen dal podio.

“È incredibile che abbia vinto il BinckBank Tour”, ha detto Van der Poel. “Ero partito per la vittoria, ma dopo la cronometro di ieri non me lo aspettavo più”.

Van der Poel aveva usato la gara in cinque tappe come un messa a punto finale prima della sua campagna sui classici. Con l’acciottolato delle Fiandre e di Roubaix a poche settimane di distanza, i suoi rivali sono stati opportunamente avvertiti.



Source link