Mathieu van der Poel batte Wout van Aert e conquista il terzo titolo consecutivo ai campionati del mondo di ciclocross

Mathieu van der Poel batte Wout van Aert e conquista il terzo titolo consecutivo ai campionati del mondo di ciclocross


Mathieu van der Poel ha battuto Wout van Aert per conquistare il suo terzo titolo consecutivo ai campionati del mondo di ciclocross.

All’inizio della gara, era sembrato un disastro per l’olandese mentre era capovolto sul manubrio attraverso una chicane fangosa, con Van Aert che accelerava mentre cercava di capitalizzare.

Il belga ha poi forato, però, con Van der Poel che lo ha catturato lasciandolo indietro. Da lì, ha continuato ad aumentare il suo vantaggio fino alla fine, conquistando la sua terza maglia iridata consecutiva e la quarta assoluta.

Dopo che Van Aert aveva tagliato il traguardo con 37 secondi di arretrato, Toon Aerts è sopravvissuto all’assalto finale di Tom Pidcock per rivendicare la medaglia di bronzo.

Il britannico aveva infastidito il belga per tutto il tempo ma non è riuscito a colmare il divario, i due sono scattati attraverso la sezione finale del percorso ma alla fine sono usciti di strada.

Come è successo

(Bas Czerwinski / ANP / AFP tramite Getty Images)

Con Van der Poel e Van Aert schierati in testa, Pidcock ha lottato rapidamente per mettersi d’accordo mentre Van Aert si è appoggiato all’inglese quando il gruppo entrava alla prima curva.

Mentre i piloti si sono dati da fare durante il primo giro, Van der Poel e Van Aert erano già uniti al fianco quando hanno tagliato il traguardo per la prima volta, da soli in testa alla gara.

Van Aert ha quindi iniziato a distanziare Van der Poel sulla sabbia mentre l’olandese è stato costretto a smontare sulla sezione di sabbia, il belga che lottava per rimanere in piedi mentre accelerava.

Van der Poel è stato quindi ribaltato sul tratto in erba, superando troppo velocemente una chicane fangosa, seguito da un’altra piccola scivolata su un’ulteriore curva mentre Van Aert si è avviato in avanti. 15 secondi erano il divario quando entrano nel terzo giro. Dietro, Pidcock era salito in coda a un gruppo belga guidato da Eli Iserbyt, mezzo minuto di ritardo.

Van der Poel correva ancora una volta mentre Van Aert pedalava attraverso la fine della sezione di sabbia. Il divario inizia a ridursi leggermente quando Van der Poel guadagna un paio di secondi.

Nel giro di mezzo giro l’aveva chiusa, lasciando poi velocemente Van Aert sulla sua scia. Il motivo divenne presto chiaro, Van Aert aveva forato.

Quel giro di Van der Poel è stato il più veloce della gara finora, sul 7-11, Van Aert è saltato in pit lane per prendere una nuova moto.

Pidcock era ancora incastonato nel gruppo dei belgi, 50 secondi indietro. Sul tratto di sabbia del quarto giro, il britannico ha attaccato il gruppo, cercando di inseguire Toon Aerts, il belga tra il britannico e le prime due.

Van Aert era ora a nove secondi da Van der Poel, l’olandese ancora nel mirino. Sul ponte, Van der Poel ha tirato fuori il piede dal pedale, un’altra leggera oscillazione per il campione in carica.

Il distacco era di otto secondi a quattro giri dalla fine, con Aerts altri 35 secondi indietro e Pidcock che gli alitava sul collo.

Il vantaggio di Van der Poel è andato gradualmente aumentando mentre ha tagliato il traguardo a tre giri dalla fine, mentre Pidcock ha dimezzato il suo svantaggio a Toon Aerts a soli quattro secondi.

Sulla sabbia ancora una volta e Van der Poel aveva abbandonato i suoi occhiali da sole, non ne avevano bisogno sulla spiaggia in questo periodo dell’anno, mentre Pidcock faceva brevemente il bivio per Aerts.

Van Aert stava perdendo tempo sia sul ponte che sulle sezioni di sabbia mentre le sue spalle cominciavano a rotolare, forse pagando i suoi sforzi precedenti quando pensava di poter allontanare l’olandese prima della sfortunata foratura. Anche Pidcock stava perdendo terreno lentamente contro Aerts nella battaglia per il bronzo.

Il divario era ora di 22 secondi quando Van Aert ha usato i cartelloni pubblicitari per attraversare le curve, scivolando leggermente nel fango. Anche Pidcock è rimasto lì nel penultimo giro.

C’è stato un altro cambio di moto per Van Aert mentre continuava a scivolare all’indietro sulla scia di Van der Poel, il belga che faceva una smorfia per lo sforzo.

Dietro, Laurens Sweeck stava dando la caccia a Pidcock, che si era ritirato dall’inseguimento di Aerts.

Van der Poel ha preso la campana per l’ultimo giro, Adri van der Poel notato dalle telecamere nel pit stop a guardare – Van Aert ora mezzo minuto fa.

L’olandese ha attraversato la linea per ottenere la terza vittoria in tre anni ai Mondiali. La testa di Van Aert pendeva bassa quando arrivò 37 secondi dopo.

Pidcock non ha ceduto anche se il suo distacco da Aerts è sceso a 17 secondi nell’ultimo giro, facendosi strada masticando sulla sabbia e costringendo Aerts a sprintare nella sezione finale del percorso, ma Pidcock non è riuscito a colmare il divario a la medaglia di bronzo.

Risultato

Campionati del mondo di ciclocross maschile Elite 2021 – Ostenda, Belgio

1. Mathieu van der Poel (Ned), nel 58-57
2. Wout van Aert (Bel), a 37 secondi
3. Toon Aerts (Bel), alle pagine 1-24
4. Tom Pidcock (GBr), al numero 1-37
5. Laurens Sweeck (Bel), 2-05
6. Michael Vanthourenhout (Bel), sul 2-14
7. Eli Iserbyt (Bel), 2-18
8. Quinten Hermans (Bel), 2-23
9. Lars Van der Haar (Bel), sul 2-41
10. Joris Nieuwenhuis (Ned), sul 3-15



Source link