Mathieu van der Poel assapora la vittoria della Strade Bianche contro who’s who del peloton – VeloNews.com


“],” filter “: ” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}”>

Dal fango al single track, al pavé e ghiaia, non importa Mathieu van der Poel.

Ciò che conta è la qualità del campo. Sabato, i vincitori del Tour de France, i campioni del mondo e i rivali di lunga data non hanno potuto rispondere alla superstar olandese quando ha lasciato cadere il martello nei momenti decisivi in ​​rotta verso la vittoria a Strade Bianche.

“In questa gara, tutti i migliori piloti gareggiano l’uno contro l’altro, compresi i vincitori del Tour de France come Bernal e Pogačar”, ha detto van der Poel. “Il fatto di poterli battere in un combattimento diretto conferisce a questa vittoria un valore aggiunto”.

Poco più di un mese dopo aver vinto i campionati mondiali di ciclocross, il corridore dell’Alpecin-Fenix ​​si è allontanato da un who’s who del gruppo maschile d’élite per aggiungere Strade Bianche alla sua crescente valigia dei trofei.

Rapporto di gara: Mathieu van der Poel vince la Strade Bianche con un attacco violento

Se c’era qualche dubbio sulle condizioni di van der Poel, lo ha cancellato in una serie di accelerazioni brucianti che hanno diviso un gruppo di testa d’élite che includeva i vincitori del Tour Egan Bernal (Ineos Grenadiers) e Tadej Pogačar (Emirati Arabi Uniti). L’arcirivale Wout van Aert (Jumbo-Visma), che non era mai finito peggio del terzo prima di cedere sotto la pressione di van der Poel, ha combattuto fino al quarto posto per salvare la sua prima giornata di gare su strada nel 2021.

Leggi anche: Wout van Aert non può seguire le accelerazioni di fine gara per saltare il podio al debutto

Solo Bernal e il campione del mondo Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick-Step) potevano tenere il volante nel suo ultimo attacco selettivo. La coppia era in vapori quando van der Poel si è schiantato sulle rampe finali nella storica Siena piazza privo di pubblico a causa di restrizioni sanitarie.

“Mi sono sentito davvero bene tutto il giorno”, ha detto van der Poel. “Questa gara è così difficile che devi stare attento alla tua forza. Quando è iniziato il finale, ero pronto per iniziare, ma mi sono ricordato che c’erano alcune sezioni difficili da seguire, quindi ho deciso di risparmiare un po ‘di energia [until the final wall]. “

Sembra che non si possa frenare la leggenda di Van der Poel in continua crescita. Nemmeno un cambio di moto dell’ultima ora a seguito di un incidente meccanico quando il suo manubrio si è spezzato vicino al finale del GP Le Samyn la scorsa settimana potrebbe rallentarlo.

Leggi anche: Van der Poel cambia assetto davanti a Strade Bianche

Van der Poel compensa il suo 15 ° posto al suo debutto sulla Strade Bianche lo scorso anno, quando la gara è stata riprogrammata per riaprire il WorldTour ad agosto. Van der Poel ha ammesso di essere stato lento a uscire dai cancelli la scorsa estate dopo un blocco di mesi, ma sembra che stia sparando a tutti i cilindri finora nel 2021.

Il suo debutto nella stagione su strada è stato deragliato poco dopo aver vinto la tappa di apertura all’UAE Tour a seguito di un caso COVID-19 all’interno del suo team Alpecin-Fenix. Dopo un frettoloso ritorno in Europa, sabato ha corso Kuurne-Brussel-Kuurne e Le Samyn per portarlo al top della forma.

“Dopo quello che è successo all’UAE Tour, sono davvero felice di poter correre a Kuurne e Le Samyn perché ne avevo bisogno, e ora eccoci qui”, ha detto. “Trovo difficile dirlo [importance of victory]. Anche Amstel Gold Race significa molto per me, ma neanche questo è un monumento. Ma si può dire che questa gara è una delle più difficili da vincere, con tutti i top rider al via “.

Van der Poel resta in Italia dove correrà con la Tirreno-Adriatico – ha subito minimizzato le sue ambizioni da GC – e la prossima Milano-Sanremo. Dopodiché, torna in Belgio per tutti i principali classici del nord. Quante altre vittorie avrà prima che la primavera diventi estate?



Source link