Mark Cavendish mette a tacere i dubbiosi con il trionfo del Giro di Turchia

Mark Cavendish mette a tacere i dubbiosi con il trionfo del Giro di Turchia


“],” filter “: ” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}”>

Mark Cavendish lunedì è tornato sul gradino più alto del podio di un vincitore di tappa, un’altezza elevata a cui non era abituato.

Il Manxman ha ottenuto la sua prima vittoria da febbraio 2018 con uno sprint in slalom al Seconda tappa del Tour della Turchia, fugando una crescente marea di dubbi sul fatto che Manxman fosse passato e tirando le corde del cuore anche del più convinto degli scettici.

Dopo aver trascorso gli ultimi 38 mesi gravati da malattie, problemi di forma e la fiducia perduta delle ex squadre, il 35enne si è tuffato tra il vecchio nemico André Greipel e il veloce uomo in forma Jasper Philipsen per vincere lo champagne in Turchia.

Non era uno sprint sugli Champs-Elysees o il campionato del mondo, ma la vittoria di Cavendish sulle strade gelate della Turchia avrebbe potuto essere una delle più importanti della sua lunga e illustre carriera.

“È incredibile, è super bello e non mi stanco mai di questa sensazione”, ha detto dopo la tappa. “Philipsen è saltato presto e aveva un piccolo distacco, ma ne avevo abbastanza per recuperare terreno e devo dire che sono rimasto piuttosto sorpreso dalla velocità con cui sono arrivato negli ultimi metri della tappa.”

Dopo una stagione disastrosa al Bahrain-McLaren nel 2020, Cavendish è tornato alla sua ex squadra Deceuninck-Quick-Step in questa stagione con un trasferimento che ha avuto l’odore del voto di simpatia.

Cavendish vantava una lunga e calda relazione con il capo della squadra Patrick Lefevere dopo il suo precedente periodo di tre anni sotto la sorveglianza del belga. The Manxman ha acquistato i suoi sponsor per finanziare il trasferimento e le buone vibrazioni che l’accompagnano hanno portato Quick-Step ai titoli dei giornali. Con la squadra che racchiude una scuderia piena di giovani velocisti di talento, Lefevere ha avuto uno dei più grandi velocisti di un’epoca per giocare a mentore e talismano.

Leggi anche: Una bromance belga e uno sponsor tecnico riportano Cavendish a Quick-Step

Pochi si aspettavano molto dal 35enne.

Eppure, alla sua terza gara con “The Wolfpack”, Cavendish ha ottenuto il secondo posto al GP Jean Pierre-Monseré. Due posti sul podio e un periodo nella maglia di leader al Coppi e Bartali hanno dimostrato che il risultato è stato un colpo di fortuna. E poi un terzo posto a Scheldeprijs, una gara che ha vinto tre volte, l’ultima delle quali 10 anni fa, ha sottolineato che forse – solo forse – “Cav” poteva andare fino in fondo. Alla fine ha fatto lunedì con uno sprint che non è stato il prodotto della fortuna o della sfortuna degli altri, ma il tempismo sicuro e le immersioni audaci che gli hanno fatto guadagnare il suo enorme trofeo.

Leggi anche: Quick-Step DS su Mark Cavendish: “Le vittorie arriveranno”

“Voglio ringraziare Deceuninck-Quick-Step e Patrick per avermi dato questa opportunità”, ha detto Lunedì Cavendish. “Patrick ha creduto in me e sono così fortunato ad essere qui in questa squadra speciale, in questa famiglia. Alcune persone non pensavano che avrei potuto tornare a vincere, ma lo ha fatto e per questo gli sono grato “.

Il 2.Pro Tour of Turkey non è stato lo scenario più prestigioso per la 147esima vittoria in carriera di Cavendish, dato il suo bottino di 30 tappe del Tour de France, un monumento e una maglia iridata. Eppure potrebbe rivelarsi importante quanto uno qualsiasi di loro. Cavendish ha solo un anno di contratto con Quick-Step, e la vittoria di lunedì non gli garantisce altro tempo con Lefevere e soci. Ma ciò che significa è che se il 2021 dimostrerà il suo ultimo anno nel gruppo professionistico, potrà farla finita. con un pizzico di ottimismo.

“Solo tornare a vincere dopo quello che ho passato negli ultimi due anni è davvero incredibile”, ha detto.

Una vittoria è una vittoria, e Cavendish ne ha molte. Ma nessuno avrà mai assaggiato così dolce.





Source link