Maglie Giro d’Italia: spiegate rosa, viola, blu e bianche

Maglie Giro d’Italia: spiegate rosa, viola, blu e bianche


Il Giro d’Italia è il secondo Grand Tour di questo calendario di gare 2020 rinnovato e ci sono stati diversi piloti che hanno basato la loro intera stagione sulla lotta per la rosa e il trofeo a spirale. Ma ci sono altri premi in palio durante il viaggio di tre settimane in giro per l’Italia.

La maglia di ogni categoria viene assegnata al leader di quella classifica al termine di ogni tappa, e il vincitore si guadagna il diritto di indossarla durante le gare del giorno successivo.

Richard Carapaz al Giro d’Italia 2019 (Photo by Fabio Averna / NurPhoto)

Maglie Giro d’Italia: Rosa – leader della classifica assoluta

Certo, iniziamo con la maglia rosa, o ‘Maglia Rosa‘. Questo è indossato dal leader della gara, il pilota che ha girato il percorso più velocemente di tutti gli altri.

La prima gara ebbe luogo nel 1909, ma la maglia rosa fu assegnata per la prima volta nel 1931 a Learco Guerra dopo aver vinto la prima tappa della gara di quell’anno. L’edizione 2020 di questa grande corsa sarà la 103esima.

I corridori che hanno vinto di più la maglia sono Eddy Merckx, Fausto Coppi e Alfredo Binda, che hanno tutti vinto cinque volte l’ambito premio. Il più vicino a questa impresa nell’attuale plotone di pro è Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo) con due vittorie nel 2013 e nel 2016.

Chris Froome è diventato il primo vincitore britannico della gara nel 2018, il che significa che ha tenuto tutti e tre i titoli del Grand Tour contemporaneamente dopo aver vinto il Tour de France e la Vuelta a España l’anno prima.

Simon Yates (Mitchelton-Scott), Geraint Thomas (Ineos Grenadiers), Jakob Fuglsang (Astana) e Nibali sono solo quattro dei corridori che si sfideranno per indossare la maglia

Il vincitore dello scorso anno, Richard Carapaz (Ineos Grenadiers), inizialmente doveva tornare e cercare di difendere il suo titolo, ma ha ricevuto una telefonata in ritardo per supportare Egan Bernal al Tour de France e, per quanto ne sappiamo, non parteciperà la linea di partenza a Monreale il 3 ottobre.

Ultimi 10 vincitori della classifica generale del Giro d’Italia

2019 – Richard Carapaz
2018 – Chris Froome
2017 – Tom Dumoulin
2016 – Vincenzo Nibali
2015 – Alberto Contador
2014 – Nairo Quintana
2013 – Vincenzo Nibali
2012 – Ryder Hesjedal
2011 – Michele Scarponi
2010 – Ivan Basso

Pascal Ackermann nella maglia ciclamina al Giro d’Italia 2019 (Sunada)

Maglie Giro d’Italia: Viola – leader della classifica a punti

La maglia dei punti o ‘Maglia Ciclamino ‘ è viola, una sorta di colore magenta e va al pilota più coerente in gara.

Solitamente chiamata maglia dei velocisti poiché più punti vengono assegnati sulle tappe pianeggianti, ma non è raro che uno scalatore sia coinvolto in questa competizione poiché il Giro ha spesso più giorni adatti a loro rispetto agli uomini veloci.

Il vincitore della maglia a punti lo scorso anno, però, è stato davvero un velocista puro con la forma di Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe).

Questa maglia ha iniziato la sua vita nel 1967 come maglia rossa, ma tre anni dopo è stata cambiata in un colore viola chiaro, malva o magenta che gli italiani chiamavano Ciclamino, dopo il fiore.

È rimasto quel colore fino al 2010, quando il rosso è tornato in auge come ‘Maglia Rosso Passione‘ma di nuovo, sette anni dopo e il viola è tornato ed è quello con cui sono rimasti.

Ultimi 10 vincitori della classifica a punti del Giro d’Italia

2019 – Pascal Ackermann
2018 – Elia Viviani
2017 – Fernando Gaviria
2016 – Giacomo Nizzolo
2015 – Giacomo Nizzolo
2014 – Nacer Bouhanni
2013 – Mark Cavendish
2012 – Joaquim Rodríguez
2011 – Michele Scarponi
2010 – Cadel Evans

Giulio Ciccone durante la seconda tappa del Giro d’Italia 2019 (Photo by Justin Setterfield / Getty Images)

Maglie Giro d’Italia: Azzurro – Leader classifica Montagne

La maglia blu, o ‘Maglia Azzurra ‘ è la maglia del re delle montagne. A differenza dei suoi omonimi al Tour de France e Vuelta a España, questa non è una maglia a pois, ma piuttosto un blu reale e viene assegnata al ciclista che accumula il maggior numero di punti salendo per primo le salite classificate.

Questo può andare a un pilota che entra in fuga ogni giorno oa un pilota che vola in alto nella classifica generale, a seconda di come gareggia.

È di grande aiuto se riesci a prendere il ‘Cima Coppi‘, dove puoi ottenere 50 punti. Questo nome è dato al punto più alto della gara e prende il nome dal grande Fausto Coppi, che ha vinto la gara cinque volte.

La Cima Coppi di quest’anno è il Passo dello Stelvio a 2758 metri di altitudine, con il Colle dell’Agnello alle spalle a 2744 metri.

Giulio Ciccone (Trek-Segafredo), ha fatto una prestazione strepitosa per prendere questa maglia lo scorso anno ed è pronto a correre anche quest’anno, ma a sostegno di Nibali.

Ultimi 10 vincitori della classifica montagne del Giro d’Italia

2019 – Giulio Ciccone
2018 – Chris Froome
2017 – Mikel Landa
2016 – Mikel Nieve
2015 – Giovanni Visconti
2014 – Julián Arredondo
2013 – Stefano Pirazzi
2012 – Matteo Rabottini
2011 – Stefano Garzelli
2010 – Mathew Lloyd

Miguel Angel Lopez conclude la tappa 20 del Giro d’Italia 2019 (Luk Benies / AFP / Getty Images)

L’ultima maglia disponibile è la maglia bianca del miglior giovane pilota o, ovviamente, ‘Maglia Bianca‘viene assegnato al miglior pilota che abbia meno di 25 anni all’inizio dell’anno.

Sebbene questa maglia abbia molta importanza per il pilota coinvolto, di solito si concentrano sul tentativo di vincere la rosa con la maglia bianca come bonus aggiuntivo.

Il vincitore dello scorso anno, Miguel Ángel López (Astana), ha provato a conquistare la classifica generale ma è diventato un esperto nel prendere la classifica dei giovani piloti. Ora non è più idoneo per questa categoria e non è in grado di correre il Giro dopo aver guidato il Tour de France.

Ultimi 10 vincitori della classifica dei migliori giovani corridori del Giro d’Italia

2019 – Miguel Ángel López
2018 – Miguel Ángel López
2017 – Bob Jungels
2016 – Bob Jungels
2015 – Fabio Aru
2014 – Nairo Quintana
2013 – Carlos Betancur
2012 – Rigoberto Urán
2011 – Roman Kreuziger
2010 – Richie Porte

Classifiche non jersey: miglior squadra, combattività, gare intermedie sprint e separatiste

La migliore classifica di squadra è abbastanza autoesplicativa, viene calcolata sommando il tempo dei tre corridori più in alto. I corridori dei leader di questa categoria indossano numeri rosa invece di quello bianco standard sul retro delle loro maglie.

Il Team Movistar è diventato esperto nel prendere questo premio in tutti e tre i Grand Tour e sono i campioni in carica in questa categoria dall’anno scorso.

Lo sprint intermedio, la combattività e i premi separatisti non danno maglie ma tengono anche molto prestigio.

Questo vale in particolare per il premio in fuga, chiamato Premio Fuga Pinarello, questo è per il corridore che è in testa alla gara in fuga per la maggior parte dei chilometri ed è ferocemente contestato dalle squadre italiane più piccole.



Source link