Lucinda Brand e Wout van Aert più forti nella palude – VeloNews.com

Lucinda Brand e Wout van Aert più forti nella palude – VeloNews.com


“],” filter “: ” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}”>

Wout van Aert e Lucinda Brand ha dominato il fango per vincere domenica sul percorso di Dendermonde colpito dalla tempesta.

Van Aert ha ottenuto una vittoria convincente dopo aver guidato lontano da Mathieu van der Poel a metà gara, mentre Brand ha fatto una tripletta in Coppa del Mondo con un’altra vittoria in solitaria. Campione nazionale statunitense Clara Honsinger è arrivata seconda dietro a Brand mentre continua a distinguersi come una delle nuove forze nel gruppo femminile.

La gara si è svolta su un percorso un tempo erboso che era stato inzuppato da piogge torrenziali dopo un forte temporale che ha colpito il nord Europa durante la notte.

L’evento è stato quasi annullato nelle ore precedenti l’inizio previsto, poiché venti di burrasca e secchi di pioggia hanno continuato a dilagare in tutto il Belgio. Entrambe le gare sono state in grado di andare avanti nei tempi previsti, ma gli organizzatori sono stati costretti a tagliare un ponte alto artificiale dal percorso e rimuovere gli archi finali. Le pozzanghere profonde per l’asse lasciate dalla tempesta hanno visto i motociclisti affondare fino alle ginocchia nel fango, catapultarsi sul manubrio e costretti a correre quasi quanto hanno guidato in una delle “croci più attraenti della stagione”.

Van Aert ha dominato nel fango profondo di Dendermonde. Foto: Luc Claessen / Getty Images

Van Aert ha dominato totalmente la gara maschile, conquistando la sua seconda vittoria in tre uscite, battendo van der Poel di quasi tre minuti.

“È stato uno dei corsi più pazzi che abbia mai fatto come professionista”, ha detto Van Aert. “È peggiorato ad ogni giro e le sezioni di corsa sono diventate sempre più lunghe. È un bene che non abbiamo fatto gare nella categoria giovanile prima, altrimenti sarebbe stato tutto in esecuzione. Ma mi è piaciuto molto. “

Van der Poel, Quinten Hermans e Toon Aerts si erano scambiati il ​​comando nei primi due giri della gara prima che Van Aert e van der Poel uscissero in testa a metà del secondo giro.

Van Aert si è allontanato da van der Poel nel terzo giro poiché le sue forti capacità di corsa e la potente pedalata lo hanno visto dominare il circuito impregnato d’acqua. Nel corso del giro, il belga ha impiegato più di 30 secondi sul suo rivale mentre circa 20 secondi dietro van der Poel, un quartetto di Hermans, Aerts, Corne van Kessel e Michael Vanthourenhout hanno combattuto per il terzo posto.

Verso il sesto giro, Van Aert aveva oltre 90 secondi di vantaggio su van der Poel mentre Aerts inseguiva il campione del mondo da solo.

Mentre van der Poel sembrava essere faticoso e sempre più abbattuto negli ultimi giri, Van Aert è rimasto impeccabile, aumentando il suo vantaggio ad ogni circuito. Il belga ha tagliato il traguardo con un margine di vittoria di 2:46. Aerts è andato vicino a prendere van der Poel in finale, ma è stato lasciato ad accontentarsi del terzo posto.

Tom Pidcock è stato uno dei tanti ad abbandonare la gara. Il giovane britannico ha deciso di chiudere al sesto giro di nove.

Honsinger ha conquistato il secondo posto per la seconda volta in questa stagione. Foto: Luc Claessen / Getty Images

Nella gara femminile, Brand è risultata la più forte ottenendo la sua terza vittoria in tre coppe del mondo. Honsinger è stato il prossimo a tagliare il traguardo dopo aver conquistato anche il secondo posto alla Coppa del Mondo di Namur all’inizio di questo mese.

Ceylin del Carmen Alvarado ha preso il terzo posto dopo essere stato catturato e lasciato cadere da Honsinger nella seconda metà della gara.

“Il percorso era mega pesante”, ha detto Brand dopo la gara. “Non so se potresti fare un passo veloce qui da qualche parte, ma non l’ho trovato. C’è stata molta ricerca del tuo ritmo. Ad un certo punto sono passato a gomme più morbide, forse questo ha fatto la differenza “.

“Ho pensato per un po ‘,’ Camminerò più velocemente ‘, perché era così difficile passare”, ha continuato Brand. “È solo peggiorato.”

Brand ha ottenuto il primo distacco della gara nel primo giro mentre Alvarado e Honsinger si sono ripresi da partenze lente.

Alvarado è riuscito a lottare per il gruppo per guidare l’inseguimento di Brand al secondo giro con Yara Kastelijn e Sanne Cant in lizza. Alvarado si è avvicinato a Brand ed è andato subito in testa al centro del circuito prima che Brand la tirasse indietro.

Con il passare dei giri, il percorso erboso si è trasformato in una palude, costringendo i ciclisti a correre sempre di più con la moto. Il percorso spazzato dalla tempesta ha visto i motociclisti affondare ripetutamente in profonde buche fangose, con Katie Compton rimanere bloccata in una palude e perdere una scarpa in una dolina che ha anche catturato una manciata di altre vittime.

Arrivando alla fine del terzo giro, Alvarado e Brand erano ancora bloccati insieme al comando fino a quando il campione del mondo è caduto in una profonda pozzanghera fangosa, lasciando Brand a prendere circa 10 secondi di distacco.

Nel frattempo, Honsinger si è separata da un gruppo di inseguitori di Kastelijn, Cant, Denise Betsema e Annemarie Worst per prendere un forte vantaggio nella corsa per il terzo posto.

Honsinger ha dato la caccia ad Alvarado nell’ultimo giro mentre il giovane sembrava acquisire fiducia ad ogni giro. La 23enne si è presa un piccolo divario su Alvarado quando ha deciso di cavalcare attraverso una serie profonda di pozzanghere che Alvarado ha scelto di attraversare, apparendo affaticata e incapace di tenere il ritmo.

Honsinger ha continuato ad allontanarsi da Alvarado attraverso il circuito finale ed è stato in grado di colmare il divario con Brand di pochi secondi, anche se l’olandese aveva già un buffer sufficiente per vincere per 15 secondi. Honsinger ha preso il secondo, Alvarado terzo.





Source link