Lizzie Deignan tiene a bada l’inseguimento in ritardo per conquistare la vittoria in solitaria – VeloNews.com

Lizzie Deignan tiene a bada l’inseguimento in ritardo per conquistare la vittoria in solitaria – VeloNews.com


“],” filter “: {” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}}”>

Lizzie Deignan (Trek Segafredo) ha attaccato da un forte gruppo di testa a 30 chilometri dalla fine della prova a cronometro verso la vittoria a Liège-Bastogne-Liège Femmes di domenica.

Deignan ha tenuto a bada un disperato inseguimento di Grace Brown (Mitchelton Scott), che si è lanciata all’inseguimento a 15 km dalla fine. Nonostante l’australiana sia riuscita ad abbattere il distacco iniziale di circa un minuto da Deignan, è stata lasciata ad accontentarsi del secondo posto, nove secondi indietro.

Ellen van Dijk ha lanciato un lungo sprint dal gruppo degli inseguitori per dare a Trek-Segafredo un terzo sul podio.

“È davvero speciale, stavamo aspettando di vincere una classica come questa, ci siamo quasi stati tante volte”, ha detto Deignan dopo la gara. “Ho avuto una squadra perfetta tutto il giorno, questo è per la squadra – questa è una vittoria di Trek Segafredo.”

La mossa a lungo raggio della britannica ha sfidato la sua tipica vittoria da uno sprint. Tuttavia, con il suo compagno di squadra van Dijk nel gruppo dietro, Deignan ha avuto la libertà di tirare i dadi con la sua mossa speculativa.

“La cosa più bella di questa squadra è che ci viene data la libertà di guidare per istinto e non temere il fallimento”, ha spiegato Deignan. “Pensavo di dover superare La Redoute prima di Anna [van der Breggen], Annemiek [van Vleuten] ed Elisa [Longo-Borghini], quindi ho corso d’istinto. “

La vittoria di Deignan sulle colline delle Ardenne costituisce un’aggiunta notevole al suo prolifico palmarès, che comprende i campionati del mondo, il Giro delle Fiandre, la Strade Bianche e il Tour delle donne. Il britannico è stato al top della forma da quando le corse sono riprese in estate, conquistando la vittoria al GP Plouay e La Corse e conquistando i primi sei piazzamenti ai campionati del mondo e La Flèche Wallonne.

La gara di 135 km, che si è disputata al mattino presto sotto una forte pioggia, si è svolta su un percorso condensato del percorso maschile e ha caratterizzato molte delle stesse salite.

Il ritmo è stato rovente sin dall’inizio, ma è stato solo a metà strada che si è svolta la mossa decisiva, quando un gruppo di nove si è allontanato dal gruppo.

Deignan, Brown, Juliette Labous (Sunweb), Amy Pieters (Boels Domlmans), Katerine Aalerud (Movistar), Marianne Vos (CCC-Liv), Hannah Barnes (Canyon-SRAM), Marlon Reusser (Equipe Paule Ka) ed Ellen van Dijk (Trek-Segafredo) ha formato il gruppo stellare che ha presto messo un distacco significativo sul gruppo, che comprendeva ancora molti favoriti pre-gara.

Deignan si è mossa sull’iconica salita La Redoute a 30 km dalla fine, attaccando alla base della collina e presto allontanandosi di oltre un minuto di distacco.

Mentre il gruppo di fuga è stato lento a rispondere alla mossa del britannico, il gruppo dietro si è scheggiato con Leanne Lippert (Sunweb), Ashleigh Moolman (CCC Liv), Elisa Longo Borghini (Trek Segafredo), Katarzyna Niewiadoma (Canyon-SRAM) e Cecile Uttrup Ludwig (FDJ) tentano di raggiungere i cacciatori.

Non è stato fino a circa 20 km dalla fine e con Deignan che aveva creato un considerevole distacco che Vos ha iniziato ad aumentare il ritmo negli inseguitori e, poco dopo, Brown ha attaccato fuori dal gruppo per iniziare il suo disperato inseguimento.

Il distacco da Deignan si è presto dimezzato mentre l’australiano ha superato l’ultima salita della Roche-Aux-Faucons. Entrando negli ultimi cinque chilometri in piano, Brown aveva Deignan tra gli occhi a circa 10 secondi di vantaggio. Tuttavia, l’esperta britannica ha mantenuto la calma e ha continuato fino al traguardo in solitaria, dandosi un’ultima occhiata alle spalle e un sospiro di sollievo prima di rotolare oltre il traguardo per conquistare la vittoria.

“E ‘stato orribile”, ha detto Deignan di sapere che Brown era così vicino negli ultimi minuti. “Alla fine, ho deciso di provare a inseguire le moto davanti a me piuttosto che preoccuparmi per lei dietro di me, perché mentalmente ti fa male se la pensi così … stavo solo pregando che la linea arrivasse più velocemente.”

Risultati Liège-Bastogne-Liège Femmes



Source link