La Russia ha vietato l’uso di bandiera, inno alle Olimpiadi per 2 anni

La Russia ha vietato l’uso di bandiera, inno alle Olimpiadi per 2 anni


Ti piace CyclingTips? Iscriviti alla nostra newsletter per contenuti esclusivi, offerte ed eventi.

Alla Russia sarà vietato usare la sua bandiera o inno nazionale in occasione di importanti eventi sportivi internazionali come le Olimpiadi per i prossimi due anni, a partire dal inizialmente imposto un divieto di quattro anni, a seguito di una decisione del Tribunale Arbitrale dello Sport (CAS).

La sentenza sull’appello al CAS da parte dell’Agenzia antidoping russa (RUSADA) arriva poco più di un anno dopo che la WADA ha annunciato per la prima volta le sanzioni per la Russia a seguito dell’emergere di prove che un laboratorio antidoping di Mosca aveva manomesso i dati prima che fossero forniti. agli investigatori della WADA all’inizio dello scorso anno.

Nel dicembre del 2019, il comitato esecutivo della WADA ha approvato la raccomandazione del comitato di revisione della conformità di dichiarare la RUSADA non conforme per i prossimi anni, impedendo alla Russia di competere come squadra nazionale nei principali eventi internazionali, comprese le imminenti Olimpiadi di Tokyo.

La RUSADA ha impugnato tale decisione e il CAS ha emesso la sentenza giovedì.

“Questo gruppo di esperti scientifici ha imposto delle conseguenze per riflettere la natura e la gravità della non conformità [to the WADC] e per garantire che l’integrità dello sport contro il flagello del doping sia mantenuta “, si legge nella sentenza del CAS. “Le conseguenze che il gruppo di esperti ha deciso di imporre non sono così ampie come quelle ricercate dalla WADA. Ciò non dovrebbe, tuttavia, essere letto come una convalida della condotta della RUSADA o delle autorità russe. Nell’effettuare i suoi ordini, il Panel è limitato dai poteri conferiti dalla legge applicabile, in particolare dal WADC e dall’ISCCS. Ha considerato le questioni di proporzionalità e, in particolare, la necessità di effettuare un cambiamento culturale e incoraggiare la prossima generazione di atleti russi a partecipare a uno sport internazionale pulito “.

Come risultato della decisione, alla Russia sarà vietato anche ospitare competizioni olimpiche o mondiali e vari funzionari governativi russi saranno banditi dalla partecipazione a tali eventi per i prossimi due anni.

Gli atleti russi potranno comunque competere nei maggiori eventi sportivi internazionali dai quali la bandiera e l’inno russi sono banditi a condizione che quegli atleti “non siano soggetti a sospensione, restrizione, condizione o esclusione imposta da un’autorità competente in qualsiasi procedimento passato o futuro che rimane in vigore al momento dell’evento specificato. “

Questo è stato anche il caso dell’ultima volta che la squadra nazionale russa è stata squalificata dalle competizioni internazionali. Quegli atleti russi autorizzati a competere alle Olimpiadi di Pyeongchang lo hanno fatto sotto la designazione di “Atleta olimpico dalla Russia”.



Source link