La pista ciclabile che ha “causato la congestione” è risultata bloccata dalle auto parcheggiate per la maggior parte del tempo

La pista ciclabile che ha “causato la congestione” è risultata bloccata dalle auto parcheggiate per la maggior parte del tempo


Una pista ciclabile londinese del costo di centinaia di migliaia di sterline che è stata rimossa dopo che il consiglio locale ha dichiarato che stava causando congestione, è stata bloccata dalle auto parcheggiate l’80% delle volte.

Il pista ciclabile segregata su Kensington High Street, che è costato £ 320.000, è stato ritirato solo sette settimane dopo l’apertura, una mossa criticata dal campione del Giro d’Italia Tao Geoghegan Hart e dai gruppi della campagna.

Il consiglio locale ha preso la decisione dopo aver ricevuto 322 reclami, che costituiscono lo 0,2% della popolazione del distretto, compreso il Kensington Business Forum.

Il sindaco delle biciclette di Coventry Adam Tranter ha utilizzato la piattaforma AI di Google per monitorare la frequenza con cui la corsia che era una pista ciclabile è stata bloccata dai veicoli parcheggiati, con il guardiano riportando la sua analisi, la scorsa settimana è stato bloccato l’80% delle volte in un giorno.

>>> Il distributore Brooks England reagisce alle storie che affermano che le vendite di selle nel Regno Unito si sono interrotte a causa della Brexit

Il giorno dell’80% era il 29 dicembre tra le 7:00 e le 19:00, con alcuni veicoli parcheggiati su doppia linea gialla per più di 10 ore, mentre durante la settimana dal 21 al 28 dicembre la corsia era bloccata per il 64% del tempo.

Un’ulteriore analisi dei dati sul traffico in tempo reale di Google Maps ha mostrato che il tempo di percorrenza medio è aumentato anche dopo che la pista ciclabile è stata rimossa, passando da cinque minuti a otto minuti in direzione est e di 45 secondi nell’altra direzione.

“Il viaggio attivo è probabilmente una delle uniche modalità che possono essere rimosse in base all’opinione locale senza dati o ricerche; non costruiresti una nuova strada a doppia carreggiata e la chiuderesti un mese dopo perché non sembrava che fosse a pieno regime “, ha detto Tranter.

Il consiglio di Kensington e Chelsea ha dichiarato di aver deciso di porre fine alla prova sulla pista ciclabile perché sia ​​i residenti che le aziende hanno affermato che non funzionava e che stanno ancora cercando di migliorare le disposizioni per i ciclisti della zona.

“Questa non è la fine, stiamo ancora ascoltando e stiamo ancora cercando modi per migliorare l’offerta di biciclette, a lungo termine, ma è probabile che la nostra attenzione si sposti su schemi alternativi che abbiano un impatto positivo per i nostri residenti”, hanno detto .



Source link