Julian Alaphilippe vince il titolo mondiale su strada maschile d’élite: Daily News Digest

Julian Alaphilippe vince il titolo mondiale su strada maschile d’élite: Daily News Digest


(Vuoi che il Daily News Digest venga recapitato direttamente nella tua casella di posta? Ecco il file Iscriviti.)

Ciao di nuovo, lettori di CyclingTips.

La domenica ha concluso un grande weekend ai Campionati del mondo su strada UCI 2020. Le cose potrebbero essere state un po ‘ritardate quest’anno, ma quando tutto è stato detto e fatto, il percorso di Imola, in Italia, ha offerto l’azione a misura di scalatore che era sempre prevista per l’edizione di quest’anno della corsa mondiale su strada.

Dopo che la gara femminile d’élite di sabato ha visto una grande star in solitaria al suo secondo titolo mondiale su strada, la gara maschile d’élite di domenica ha visto una grande stella in solitaria al suo primo.

Continua a leggere per saperne di più …

Dane Cash
Editor di notizie


Quali sono le novità

| Julian Alaphilippe vince il suo primo titolo mondiale su strada

Julian Alaphilippe è andato in solitaria al suo primo titolo mondiale su strada domenica nella gara maschile d’elite ai Mondiali di Imola.

Il 28enne francese ha sferrato un attacco decisivo su un gruppo di testa selezionato a circa 15 chilometri dalla fine della corsa su e giù. Anche se una selezione molto forte di inseguitori ha mantenuto il distacco al di sotto del mezzo minuto, non sono riusciti a riportarlo indietro mentre si avviava verso il traguardo dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari.

Alaphilippe avrebbe raggiunto il traguardo con un comodo vantaggio di 24 secondi per assicurarsi la sua prima maglia iridata. Wout van Aert ha portato gli inseguitori sul traguardo per il secondo posto con Marc Hirschi che ha completato il podio al terzo posto.

Top 10

1 ALAPHILIPPE Julian (Francia) 6:38:34
2 VAN AERT Wout (Belgio) 0:24
3 HIRSCHI Marc (Svizzera)
4 KWIATKOWSKI Micha? (Polonia)
5 FUGLSANG Jakob (Danimarca)
6 ROGLI? Primož (Slovenia)
7 MATTHEWS Michael (Australia) 0:53
8 VALVERDE Alejandro (Spagna)
9 SCHACHMANN Maximilian (Germania)
10 CARUSO Damiano (Italia)

E c’è dell’altro …

| Lutsenko salta la gara su strada dei Mondiali dopo il positivo al COVID-19

Alexey Lutsenko non ha preso il via nella gara su strada maschile d’élite di domenica ai Mondiali dopo essere risultato positivo per COVID-19.

Secondo la federazione ciclistica kazaka, il positivo di Lutsenko è arrivato venerdì in un test. È stato escluso dalla partenza dei Mondiali e ora è in attesa dei risultati di un secondo test.

| Van der Breggen vince il suo secondo titolo mondiale su strada

Nel caso te lo fossi perso all’inizio del fine settimana, Anna van der Breggen ha vinto in solitaria un’altra grande vittoria in quella che è stata una stagione fantastica per lei, rivendicando il suo secondo titolo mondiale su strada in carriera di sabato.

Due giorni dopo aver vinto il titolo mondiale a cronometro giovedì, Van der Breggen ha attaccato un gruppo forte con poco più di 40 chilometri nella gara su strada femminile d’élite a Imola e ha rapidamente costruito un gap. Nonostante la potenza di fuoco nell’inseguimento alle spalle, Van der Breggen è stata in grado di accrescere il suo vantaggio sul circuito su e giù e in poco tempo ha avuto un distacco di oltre un minuto.

Man mano che l’impulso all’inseguimento svaniva, è diventato chiaro che non ci sarebbe stato Van der Breggen, che ha vinto la sua seconda vittoria nel campionato del mondo in tre giorni e il suo secondo titolo mondiale su strada in tre anni al traguardo. Il suo compagno di squadra olandese Annemiek van Vleuten è arrivato secondo 1:20 più tardi con Elisa Longo Borghini appena dietro a completare il podio.

| Immagini in movimento

La gara femminile d’élite di sabato ha caratterizzato lo scatto del fine settimana e forse della stagione ciclistica fino a quando una telecamera ha seguito Van der Breggen sulla strada per un altro impressionante titolo mondiale.

Nel caso te lo fossi perso

| Cosa serve per organizzare una gara del Campionato del Mondo in 22 giorni

Come scrive José Been, 22 giorni non sono lunghi per organizzare i Mondiali.


L’immagine di oggi di Julian Alaphilippe che vince il suo primo titolo mondiale su strada proviene da Cor Vos.





Source link