Il quadro più ampio – VeloNews.com

Il quadro più ampio – VeloNews.com


“],” filter “: {” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}}”>

Quale gara guarderai dopo aver letto questo? La stagione condensata significa che se ti iscrivi ai canali giusti c’è quasi troppo da vedere in un dato momento. Domenica, con il Giro e gli uomini e le donne Tour delle Fiandre, forse ci offre la scelta più ampia.

Il mese scorso, piuttosto che guardare il Tour de France, ad alcuni sarebbe piaciuta la possibilità di guardare il Giro Rosa, ma nonostante fosse la corsa a tappe più lunga e più vecchia del Women’s WorldTour, la gara non era disponibile dal vivo. Sì, c’erano le alte luci, ma anche quando hai evitato il risultato, le alte luci raramente forniscono una vera tensione. Perdi un po ‘della magia di guardare gli sport in diretta.

Ciò che ha complicato la questione per gli organizzatori italiani è stata la richiesta dell’UCI di almeno un po ‘di copertura in diretta per tutti gli eventi di alto livello, e la sua assenza è stata l’ultima goccia per l’organo di governo che da allora l’ha retrocessa dal livello massimo per il 2021.

“… A causa di varie mancanze da parte dell’organizzatore in merito alle specifiche (in particolare in termini di copertura televisiva), nonostante le ripetute richieste da parte nostra negli ultimi anni”, si legge in un comunicato dell’UCI, riconoscendo anche il posto storico della gara su il calendario.

Ma tra la costernazione dei social media, alcuni potrebbero aver dimenticato un’altra gara femminile di alto livello che non ha mai avuto una copertura televisiva in diretta.

Tutte e sei le edizioni della gara britannica di sei giorni, il Tour delle donne, hanno mostrato gratuitamente un pacchetto completo dei punti salienti nel Regno Unito. Nei primi anni della gara, la copertura era una tale novità che i motociclisti si riunivano intorno ai televisori della hall dell’hotel per vedere come avevano fatto.

La scorsa settimana gli organizzatori della gara SweetSpot hanno rilanciato la loro ricerca di uno sponsor principale per sostituire OVO Energy per entrambi i loro eventi principali, il Women’s Tour e il Tour of Britain. Non è che nessuna delle due razze sia sotto minaccia esistenziale – ci pensa il modello di finanziamento – ma la sponsorizzazione del titolo consente alla razza di svilupparsi.

Oltre ad estendere la corsa a otto giorni, il vero sviluppo significa TV in diretta.

“Questo è solo un problema finanziario, e quando uno sponsor del titolo entra a bordo, qualunque cosa faccia sarà assolutamente sufficiente per noi per giustificare il pagamento per la copertura in diretta”, ha detto Hugh Roberts, presidente di SweetSpot. “Ma ci sono tutti i tipi di nuove tecnologie che rendono il live streaming molto più conveniente rispetto a prima.”

Alcuni eventi minori nell’Europa continentale hanno utilizzato il 4G per trasmettere immagini, ma la copertura in Gran Bretagna è ancora troppo frammentaria per garantire immagini e solo l’avvento del 5G si avvicinerà per consentire una copertura coerente.

Senza questo, la copertura in diretta del ciclismo è un’impresa estremamente costosa. Gli organizzatori hanno l’onere di sostenere tutti i costi, poiché non c’è alcuna possibilità che gli organizzatori di gare guadagnino dalla vendita dei diritti alle emittenti, almeno per ora.

“Non lo escluderei completamente, ma pagare significa coprire l’intero costo o significa dare un contributo? Dando un contributo in tal senso, posso vedere che sta accadendo “, ha detto Roberts. “Spero che faremo un passo avanti con i più grandi canali televisivi in ​​chiaro nel Regno Unito”.

La retrocessione del Giro al WorldTour è stata almeno in parte dovuta alla mancanza di copertura, e Roberts ha una certa simpatia, soprattutto perché quanto richiesto non è ben definito.

“La definizione è soggettiva ed è patetica”, ha detto. “Sono andato al primissimo incontro quando l’idea che se sei sul WorldTour hai bisogno di una copertura televisiva in diretta [was raised] e ho chiesto che aspetto ha esattamente la copertura televisiva in diretta? È un tizio con una videocamera portatile sul ciglio della strada che filma e trasmette in streaming su un canale oscuro, o è un programma fantastico sul più grande canale in chiaro? “

“Se l’UCI lo volesse così male, lo pagherebbe.”

Il Women’s Tour è ampiamente considerato come l’evento meglio organizzato del calendario WorldTour. Potrebbe non fornire montagne, ma i percorsi combinati con il prestigio della gara producono gare difficili.

SweetSpot spera che questo e l’aumento della partecipazione al ciclismo nel Regno Unito contribuiranno ad attrarre nuovi sponsor. Ma nessuno sa come sarà l’economia mondiale post-pandemia, e c’è la possibilità che alcune gare non saranno in grado di finanziare la TV in diretta. L’UCI abbasserà le sue aspettative o accetterà – e i tifosi – di avere meno gare nella fascia alta?

“Avremo una copertura in diretta”, ha detto Roberts. “Siamo la migliore gara del mondo, siamo considerati il ​​gold standard, se cadiamo, allora hanno davvero un problema”.



Source link