Il nuovo freno a cerchio TriRig Omega One ti rallenta e ti rende più veloce

Il nuovo freno a cerchio TriRig Omega One ti rallenta e ti rende più veloce


La serie Omega di TriRig di freni a pattino si è sempre concentrata principalmente sull’aerodinamica, e la versione di terza generazione appena rilasciata – l’Omega One – ora non solo è presumibilmente più efficiente, ma funziona anche meglio nel complesso.

Per ridurre la resistenza aerodinamica dell’Omega One, TriRig ha nascosto tutti i meccanici dietro una copertura anteriore ancora più elegante, ha aggiunto bracci simili ad ali più integrati, ridotto l’area frontale complessiva e aggiunto un supporto per cavi a forma di aerodinamica. TriRig è così fiducioso di questo nuovo design che afferma che l’Omega One è il “primo freno in assoluto che rende la bici più veloce di nessun freno”. Questa è una bella affermazione, ma sarebbe più interessante sentire esattamente come il nuovo Omega One si confronta con la configurazione del freno a cerchio più integrata come sulla Trek Madone, o anche su una bici con freno a disco.

L’area frontale liscia come è probabile che tu possa trovare su una pinza del freno a cerchio.

TriRig è un marchio ben consolidato nei mondi dell’aero TT e del triathlon, dove le prestazioni dei freni a cerchio (almeno in termini di quanto bene si fermano) ironicamente non hanno la migliore reputazione in generale. Ma TriRig afferma di aver migliorato le prestazioni di frenata e la modulazione con l’Omega One al punto che è altrettanto buono come le pinze tradizionali aumentando la forza e la rigidità del corpo della pinza stesso e una forma rivista al cuneo del cavo che guida le due braccia in L’orlo.

La nuova pinza mantiene anche le singole viti di regolazione della larghezza della posizione sinistra-destra simili al design precedente, combinate con un maggiore raggio di portata delle pastiglie e una migliore distanza tra i pneumatici per una migliore compatibilità con i telai e le ruote moderne. La copertura frontale magnetica viene rimossa anche rapidamente per facilitare l’installazione e la regolazione. Una lamentela comune con i precedenti modelli Omega era la mancanza di regolazione della convergenza sui pad, ma qui non sembra essere cambiato.

L’Omega One gestisce cerchi più larghi meglio di prima.

L’Omega One è progettato per funzionare sia come freno anteriore che posteriore ed è inoltre fornito con un adattatore per telai e forcelle a montaggio diretto. Il prezzo al dettaglio è di US $ 195 per calibro, con i prezzi per altre regioni basati sui tassi di cambio correnti.

Sono un fan dei vecchi freni Omega X, avendoli usati sul mio Everesting Tarmac SL6. Ho scoperto che la loro potenza frenante era quasi identica alle pinze a montaggio diretto Campagnolo che avevo usato prima di andare alla ricerca di alcuni guadagni aerodinamici, ed erano anche 12 grammi più leggere per pinza. Con i miglioramenti dichiarati nell’efficienza aerodinamica e nelle prestazioni complessive di frenata (per non parlare della forza e dell’affidabilità di quella versione di prima generazione), sarà interessante vedere come funziona l’Omega One in confronto.

www.tririg.com



Source link