Il direttore degli USA CRITS Scott Morris sospeso da SafeSport

Il direttore degli USA CRITS Scott Morris sospeso da SafeSport


“], “filter”: “nextExceptions”: “img, blockquote, div”, “nextContainsExceptions”: “img, blockquote” }”>

Ottieni l’accesso a tutto ciò che pubblichiamo quando tu
>”,”name”:”in-content-cta”,”type”:”link”}”>iscriviti a Outside+.

L’amministratore delegato di USA CRITS Scott Morris ha ricevuto una sospensione temporanea dal Centro USA per SafeSport, un’organizzazione che collabora con gli sport olimpici per proteggere i partecipanti da abusi e comportamenti scorretti, emotivi, fisici e sessuali.

USA CRITS gestisce una serie di criterium statunitensi messi in atto da operatori indipendenti e sanzionati da USA Cycling.

Morris è stato sospeso per accuse di cattiva condotta da SafeSport il 14 settembre e da allora è stato licenziato dagli USA CRITS. SafeSport non ha pubblicato i dettagli delle accuse di cattiva condotta.

Morris era accusato nel 2007 di possesso di materiale pedopornografico, ed è stato dichiarato colpevole nel 2008 di furto di servizi informatici. SafeSport non ha confermato la connessione, ma le squadre si sono allontanate dalla serie a causa di questa rivelazione.

Quando Morris è entrato in una gara master in questa stagione e ha richiesto una licenza di un giorno, il sistema statunitense SafeSport lo ha segnalato. USA CRITS è stata informata della sospensione prima del suo ultimo evento della stagione a Winston-Salem.

Due squadre – L39ion di Los Angeles e Aevelo – hanno annunciato che non parteciperanno più a USA CRITS a causa di questa notizia.

“Avevamo sentito alcune voci e abbiamo iniziato a indagare da soli”, ha detto Reed McCalvin, direttore delle finanze e della cultura di L39ION Consigli per il ciclismo. “Di conseguenza, non ci sentiamo a nostro agio nel supportare gli USA CRITS in futuro”.

VeloNews sta indagando su questa storia e continuerà a riferire su di essa.



Source link