Guida essenziale per l’equitazione invernale: consigli dei professionisti

Guida essenziale per l’equitazione invernale: consigli dei professionisti


Connor Swift (Arkéa-Samsic)

“Direi che è importante assicurarsi di avere un buon set di luci sulla bicicletta per essere sicuri di poter essere visti da altri utenti della strada nei mesi invernali!

Rendi le tue corse piacevoli per mantenere la motivazione lì – per me di solito giro in gruppo e qualche volta butto in un buon vecchio bar per interrompere la corsa e godermi un po ‘di torta! “

Eddie Dunbar (Ineos Grenadiers)

“Direi di non affrettarti a fare troppo allenamento in inverno perché può essere facile lasciarsi trasportare, e prima che tu te ne accorga sono passati tre o quattro mesi e le gare non sono nemmeno iniziate! Ovviamente, le condizioni meteorologiche possono giocare un ruolo importante nell’allenamento, quindi ogni giorno in cui qualcuno può vedere il tempo sarà buono, fai un piccolo extra e concentrati su sessioni di qualità più brevi nei giorni brutti, che sia sul turbo o su un breve sessione fuori. “

Jess Roberts (Mitchelton-Scott)

“Gli inverni nel Regno Unito possono essere piuttosto cupi a volte, con tempo molto freddo e umido. Una delle cose principali che faccio per farmi superare è uscire con qualche compagnia. È sempre più facile affrontare le difficili corse con gli amici.

“Di solito prendo dei bei spuntini per il morale. Normalmente prendo qualcosa che contiene cioccolato per farmi andare avanti e per tirarmi su.

“Infine, mi assicuro sempre di avere abbastanza strati e un kit di buona qualità! Normalmente trovo che se riesco a mantenere le mie mani e i miei piedi caldi e asciutti di solito sto bene. “

Alice Lethbridge (Weston Homes Torelli Assure / Drag2Zero)

“Sii flessibile con la tua formazione. La cosa principale durante l’inverno è mantenere la motivazione, quindi sii disposto a cambiare le cose se il tempo non è adatto per la guida – non rischiare di ferirti – o c’è una giornata inaspettatamente bella in cui hai pianificato una sessione turbo e darti tempo se sei malato piuttosto che farcela. Inoltre, è positivo, per alcune persone, fissare mini obiettivi. “

Oliver Naesen (Ag2r-Citroën)

(Foto di Luc Claessen / Getty Images)

“Forse il miglior consiglio da professionista per novembre e dicembre, specialmente per i campioni di Natale là fuori – vai in bici ma non allenarti. Fai quanto vuoi, ma non fare mai un allenamento di cui non sei entusiasta. “

Janneke Ensing (Mitchelton-Scott)

“È così importante indossare gli abiti giusti durante l’allenamento a freddo. Per me è Giordana: è sempre buona la motivazione per indossare il nuovo kit da gennaio.

Non rimango sempre nello stesso posto per i miei allenamenti. Se è possibile vado anche in Spagna – Calpe – per allenarmi lì con gli amici e fare bel tempo.

“Faccio anche alcuni allenamenti e gare di pattinaggio – e cambio bici tra mountain bike e bici da strada.”

Ben Swift (Ineos Grenadiers)

“Preparazione. Indossare il kit giusto e assicurarsi di avere una buona giacca antipioggia con te. Devi bilanciarlo bene in modo da non surriscaldarti, sudare e avere freddo. Ma non vuoi essere scoperto senza vestiti a sufficienza. “

Tenendolo con il lato in gomma rivolto verso il basso

Se hai intenzione di andare avanti nel notoriamente duro inverno britannico, i tuoi pneumatici estivi leggeri probabilmente non lo taglieranno. Con il gelo e la pioggia arrivano strade disseminate di detriti e più buche … si mescolano alle foglie morte scivolose dell’autunno e l’accordo è concluso; se non stai già utilizzando la gomma robusta, è ora di cambiare.

>>> Offerte di abbonamenti per Ciclismo settimanale rivista

Ci sono molte opzioni, tra cui Continental Grand Prix 4-Season, Vittoria’s Corsa Control G2.0, Hutchinson’s Fusion 5 All Season e – per un’opzione solo tubeless, Schwalbe’s One TLE.

Continental utilizza una cintura sintetica “Vectran” per allontanare le forature, oltre a una mescola “Max Grip” brevettata per una maggiore adesività in condizioni più fresche e umide. Vittoria utilizza fili di Kevlar – uno ogni quarto – nella sua Corsa Control G2.0, che è una versione per impieghi gravosi della sua popolare Corsa G2.0.

Hutchinson’s Fusion 5 utilizza una cintura in poliammide per tenere fuori spine e selci, accoppiato con la sua mescola HDF> 5.3, mentre Schwalbe nasconde uno strato RaceGuard in nylon sotto la sua mescola Addix e ha il vantaggio aggiuntivo di essere tubeless. In teoria, usato con il sigillante, questo vince su tutto il resto perché dovresti essere virtualmente immune alle forature, mentre allo stesso tempo puoi eseguire pressioni più basse per un po ‘più di aderenza.
Se pensi che il tubeless sia per te, ovviamente non sei limitato agli pneumatici Schwalbe; infatti, tutti i pneumatici qui tranne i Continentals sono disponibili nelle versioni tubeless. Ricorda però che hai bisogno di cerchi appropriati, devi farli passare con sigillante e sono più difficili da montare sul cerchio.

Prepara la bici per l’inverno

(Dan Gould)

Oltre agli pneumatici (vedere “Mantenere il lato gommato rivolto verso il basso …”), ci sono una serie di altri consigli di base basati sulla bicicletta che consigliamo per far superare a te e alla tua macchina i mesi freddi e umidi nella migliore forma possibile.

Come hanno detto alcuni dei nostri esperti, le luci sono un buon punto di partenza, anche se non è notte. Le cose possono essere piuttosto torbide in qualsiasi momento della giornata in inverno e, a meno che tu non abbia un kit luminoso, diventa facile mimetizzarsi con lo sfondo. Una luce lampeggiante posteriore (e anteriore, se lo desideri) aiuterà i conducenti a vederti un po ‘prima.
Parafanghi. Non saranno mai alla moda, ma nemmeno gli haters negheranno che fanno una grande differenza per una corsa sul bagnato. Sono disponibili numerose opzioni a clip per bici da corsa senza occhielli per parafango; per la guida di gruppo, scegli un set con paraspruzzi posteriore.

>>> Ciclismo settimanale è disponibile sul tuo smartphone, tablet e desktop

Pulisci la bici più spesso. Sono finiti i giorni estivi in ​​cui una rapida pulizia e lubrificazione della catena era tutto ciò di cui avevi bisogno per settimane e settimane. Sporcizia e pioggia formano rapidamente una pasta granulosa che renderà tritate le parti più delicate della tua bici senza una normale pulizia e lubrificazione. Per lo stesso motivo, ti consigliamo di lasciare quelle costose ruote in carbonio nel capannone a favore di un’opzione robusta a basso costo. Questo vale soprattutto per quelli con freni a pattino, che saranno più che felici di smerigliare quel cerchio in carbonio leggero per te se glielo permetti.

Ordina il tuo guardaroba invernale

(Dan Gould)

Oltre ai collant e alla giacca invernali di base, ci sono una serie di articoli per il guardaroba che renderanno molto più sopportabile un inverno in bicicletta. In effetti, sono praticamente degli insuccessi, quindi ora è il momento di risolverli, se non l’hai già fatto.

Prima di tutto, guanti. Per gran parte dell’inverno, probabilmente starai bene con un paio di pesi medi, soprattutto se sono antivento. Ma pensa alle uscite più lunghe e fredde che potresti fare e scegli i guanti di conseguenza. Un giro di quattro ore in due gradi è una proposta molto diversa da un’esplosione di 45 minuti quando sono cinque gradi.

Sulla tua testa, oltre che sul tuo casco, probabilmente vorrai uno zucchetto. Questo strato sottile si adatta sotto il casco e quando è inferiore a 10 gradi o giù di lì, fa una grande differenza. Nei giorni più freddi, abbinalo a un buff o uno snood e sarai caldo come un pane tostato …

… a condizione che indossi anche copriscarpe. Oltre a tenere i piedi caldi e – a meno che non piova davvero forte – asciutti, eviteranno che le tue scarpe preferite vengano distrutte da tutta la sporcizia che le spara dalla ruota anteriore. Come gran parte del guardaroba invernale, non vinceranno molti premi per l’eleganza, ma valgono ogni centesimo.

Questa funzione è apparsa originariamente nell’edizione cartacea di Cycling Weekly, in vendita in edicole e supermercati, al prezzo di £ 3,25.



Source link