Guarda Chris Froome dare il numero di gara autografato al giovane professionista che completa il suo primo Grand Tour

Guarda Chris Froome dare il numero di gara autografato al giovane professionista che completa il suo primo Grand Tour


Chris Froome ha offerto un regalo che scalda il cuore a un giovane professionista che ha completato il suo primo Grand Tour al Vuelta a España.

Froome e il pilota dell’UAE Team Emirates Rui Oliveira hanno segnato punti di riferimento molto diversi nella loro carriera quando la Vuelta si è conclusa a Madrid domenica (8 ottobre) – Froome ha concluso il suo tempo con Ineos Grenadiers, mentre Oliveira ha superato con successo la sua prima gara di tre settimane.

In un momento stimolante catturato dalla telecamera dal team di Oliveira, Froome ha offerto un numero di gara firmato al 24enne Oliveira, che sta guidando la sua seconda stagione a livello WorldTour.

Oliveira ha detto: “I giorni scorsi gli ho chiesto se potevo fargli firmare il numero. Oggi me l’ha presentato.

“Un ragazzo così di classe che ho seguito e ammirato a lungo e fare il mio primo Grand Tour correndo al suo fianco è speciale e lo è ancora di più con questo dono.

“Grazie Chris Froome.”

Il pro portoghese Oliveira, in sella a suo fratello e compagno di squadra Ivo, è riuscito a superare la Vuelta al suo primo tentativo, concludendo 119 ° in classifica generale, a quattro ore dal vincitore della gara.

Il suo miglior risultato di tappa è stato 17esimo nella quarta tappa.

Froome ha anche segnato una svolta nella sua carriera nella tappa finale della Vuelta, poiché era la sua ultima volta che correva con i colori Ineos dopo un decennio con la squadra britannica WorldTour.



Dopo aver vinto sette Grand Tour, inclusi due titoli Vuelta, Froome si unirà a Israel Start-Up Nation nel 2021, sperando di tornare alla sua forma vincente dopo i gravi infortuni subiti la scorsa stagione.

Nella fase 18, Froome è stato anche ufficialmente insignito del trofeo Vuelta a España 2011, che ha vinto dopo che il vincitore dell’epoca, Juan José Cobo, è stato privato del titolo nel 2019 per doping.

Il britannico aveva inizialmente scoperto di aver vinto la Vuelta 2011 mentre giaceva nel reparto di terapia intensiva dopo il suo terribile incidente lo scorso anno.

>>> Alex Dowsett rivela di avere un nuovo contratto da professionista fino al 2022

Froome ha detto: “Ovviamente essere qui e ricevere quel trofeo stamattina, mi ha riportato molti ricordi di quel periodo e immagino che la progressione che ho dovuto arrivare a quel punto “, ha continuato Froome. “In un certo senso mette tutto in prospettiva.”





Source link