Filippo Ganna risulta positivo al coronavirus e non gareggerà agli Europei su pista

Filippo Ganna risulta positivo al coronavirus e non gareggerà agli Europei su pista


Filippo Ganna è risultato positivo al coronavirus e non potrà più gareggiare agli Europei su pista 2020.

L’italiano ha restituito giovedì sera un test positivo, uscendo subito da un ritiro con la Nazionale, avendo detto allo staff di supporto di soffrire di mal di testa, nausea e brividi.

Il test di giovedì ha seguito un primo test lunedì in vista dei Campionati in Bulgaria della prossima settimana, con Ganna inizialmente negativo.

Fortunatamente, la squadra italiana era rimasta tutta in stanze singole al loro ritiro e tutti i membri della squadra da allora hanno restituito test negativi, destinati a subire ulteriori test prima di viaggiare verso est.

>>> Sette dei trasferimenti di ciclismo professionistico più emozionanti del 2021

Ganna è tornato a casa per isolarsi e ora salterà i Campionati, che inizieranno l’11 novembre e finiranno il 15 novembre.

“Filippo Ganna era con la Nazionale a Montichiari in preparazione agli Europei in pista in Bulgaria”, ha detto in un comunicato la Federazione Italiana, confermando che Ganna era con la squadra in vista del suo test positivo.

“Quella stessa sera ha mostrato i primi segni di lieve disagio. Per precauzione, è rimasto in isolamento nella sua stanza per tutto mercoledì e oggi [Thursday] è stato sottoposto ad un tampone, che ha restituito un risultato positivo… tutti gli atleti presenti a Montichiari soggiornano in camere singole. L’atleta [Ganna] sta bene ed è isolato a casa sua “.

Il 24enne è un campione del mondo su più piste, avendo vinto il titolo di inseguimento individuale quattro volte, nel 2016, 2018, 2019 e 2020.

Ai Campionati Europei, ha vinto il titolo di inseguimento individuale nel 2017 e nel 2018 ha anche vinto la disciplina dell’inseguimento a squadre.

Ganna avrebbe cercato di trasferire la sua incredibile forma 2020 sulla strada per la pista, avendo vinto il titolo mondiale a cronometro a Imola prima di ottenere quattro vittorie di tappa al Giro d’Italia 2020, il suo debutto nel Grand Tour.



Source link