Fabio Wibmer mostra il suo prototipo di bici da trial in carbonio di Canyon + garage check

Fabio Wibmer mostra il suo prototipo di bici da trial in carbonio di Canyon + garage check


Non sorprende che Fabio Wibmer abbia un garage che la maggior parte di noi poteva solo sognare. Ma nel suo ultimo controllo in garage con Red Bull Bike, abbiamo anche un’anteprima dell’ultima collaborazione tra Fabio e Canyon: una bici da trial in carbonio.

Non appena Fabio è entrato a far parte del team Canyon, ci è stato dato un guarda la sua prima moto da trial prodotto da Canyon. Quella bici in alluminio probabilmente servì come mulo di prova per ottenere gli angoli e il design proprio prima che Canyon passasse alla realizzazione degli stampi per una versione in carbonio.

prototipo di bici da trial in carbonio Canyon con Fabio Wibmer
Screenshot dal video collegato sopra.

Immaginiamo che l’arrivo della bici da trial in carbonio di Fabio significhi che sia Canyon che Fabio sono soddisfatti del design attuale, abbastanza per realizzare uno stampo in carbonio. Sebbene sia del tutto possibile che stiano utilizzando metodi avanzati di costruzione in carbonio che consentiranno comunque modifiche al design senza rottamare completamente lo stampo se necessario.

prototipo di bici da trial in carbonio di CanyonLa domanda che tutti noi vogliamo sapere (o almeno lo faccio io) è se questo sarà eventualmente messo in vendita tramite Canyon. Le moderne bici da strada sono ancora abbastanza difficili da trovare negli Stati Uniti, con costi che lo riflettono. Se Canyon fosse in grado di offrire una bici a un buon prezzo e disponibile ovunque, potrebbe effettivamente essere in grado di venderne alcune – è vero, non è il mercato più grande.

Cosa possiamo dire dalle foto del prototipo di Fabio? Sembra che stia ancora utilizzando ruote più piccole, probabilmente attaccate con 24 “e assi passanti su entrambe le estremità. Un tendicatena imbullonato si trova sul fondo del fodero orizzontale, davanti all’asse posteriore rispetto al punto in cui verrebbe montato un deragliatore. Mentre il suo primo prototipo in alluminio utilizzava forcellini orizzontali per la tensione della catena, il tendicatena integrato su questa bici consente di eseguire la singola velocità senza influire sulla lunghezza del fodero orizzontale dovendo far scorrere la ruota indietro per tendere la catena.

Il passaggio dei cavi è interno con I tipici freni a disco Magura di Fabio su entrambe le ruote. C’è anche un reggisella dall’aspetto standard e un sistema di bloccaggio (non sempre un dato su una bici da trial) e un tubo sterzo superiore curiosamente grande. L’ultima parte potrebbe essere solo per la forza, o potrebbe lasciare spazio a una sorta di sistema di cuffie con regolazione dell’angolo.

Cosa pensi? Se Canyon produce questa bici, ne acquisteresti una?



Source link