Fabio Aru correrà per Qhubeka-Assos nel 2021 – VeloNews.com

Fabio Aru correrà per Qhubeka-Assos nel 2021 – VeloNews.com


“],” filter “: ” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}”>

Scalatore sardo Fabio Aru è l’ultimo ciclista ad unirsi Team Qhubeka-Assos.

Aru, 30 anni, si unirà al team nel 2021 con un contratto di un anno dopo aver visto terminare il suo periodo di tre anni con l’UAE-Team Emirates.

“Sono assolutamente felice di entrare a far parte del Team Qhubeka-Assos la prossima stagione e molto grato a Douglas Ryder che mi ha accolto nella sua squadra”, ha detto Aru. “Quando è nata la possibilità di firmare per la prima volta, e poi dopo aver parlato con Douglas e altri membri del team, ho subito sentito che questo era un ambiente di cui volevo far parte”.

Aru era stato precedentemente collegato a una serie di altre squadre durante la finestra di trasferimento, con rapporti che affermavano che cercava un ritorno all’ex squadra Astana-Premier Tech solo per essere accesoy.

Qhubeka-Assos è stato attivo nel raccogliere motociclisti da quando è stato confermato Assos sta salendo a bordo come co-sponsor, salvando la squadra da una possibile chiusura. Solo mercoledì, la squadra ha confermato la firma di Harry Tanfield, Connor Brown ed Emil Vinjebo. Anche l’ex coppia di EF Pro Cycling Simon Clarke e Sean Bennett sono stati aggiunti al roster nelle settimane precedenti.

Prima dell’arrivo di Assos, il roster della squadra era una porta girevole di corridori in uscita negli ultimi mesi, con nomi di spicco tra cui Edvald Boasson Hagen, Michael Valgren, Ben King, Ben O’Connor, Romain Kreuziger e Louis Meintjes che si sono spostati.

Come ex vincitore della Vuelta a España, Aru aggiungerà esperienza e un’opzione GC al team insieme al veterano italiano Domenico Pozzovivo.

“Sono entusiasta di avere Fabio nel nostro team; avere un pilota che ha vinto un gran tour alla Vuelta, è stato quinto al Tour de France e due volte sul podio del Giro aggiunge molto allo sviluppo del nostro team mentre continuiamo a lottare per vincere sul palco più grande del mondo; per ispirare speranza e creare opportunità “, ha affermato il team principal Doug Ryder.

Mentre Aru fa da titolo per il nome del team, il sardo ha molto da dimostrare dopo diverse stagioni di maggese rovinate da malattie e infortuni.

Aru, la cui ultima vittoria è arrivata con una tappa nel Tour 2017, è fiducioso di poter tornare al suo precedente meglio mentre cerca di voltare pagina sulla sua carriera.

“Negli ultimi anni non ho sperimentato tutto il successo che speravo e quindi userò questo nuovo passaggio per attingere ad alcuni dei semplici fattori che mi hanno visto raggiungere quei risultati, perché so che io ‘ Sono di nuovo capace di un successo simile “, ha detto.

“A questo punto della mia carriera, il Team Qhubeka-Assos è il luogo perfetto per me per farlo e sono molto grato per l’opportunità che mi hanno fornito per contribuire alla loro eredità e per costruire su quel fantastico lavoro che hanno fatto in passato. “



Source link