Elia Viviani firma un triennale con gli Ineos Grenadiers

Elia Viviani firma un triennale con gli Ineos Grenadiers


Elia Viviani ha firmato un contratto triennale per unirsi agli Ineos Grenadiers in una mossa che vedrà il veterano velocista rientrare nell’organizzazione per cui ha corso dal 2015 al 2017.

“Dal momento in cui ho lasciato la squadra, avevo in testa che un giorno sarei tornato – e ora quel giorno è arrivato e non potrei essere più felice”, ha detto Viviani in un comunicato stampa della squadra.

“Nei miei anni di assenza, non ho mai perso il contatto con la squadra – con Dave [Brailsford], Asta [Ellingworth], e con i corridori e gli allenatori italiani. Sono molto amico di molti membri del team e soprattutto di Dave. Non ho mai perso occasione per parlare con lui alle gare del ciclismo, della mia squadra, della mia stagione e di questa squadra. Per me è come tornare in una famiglia”.

Il 32enne italiano è con Cofidis dal 2020, dopo essersi unito alla squadra francese nella sua stagione inaugurale del WorldTour dopo due anni con Deceuninck-QuickStep. Medaglia d’oro olimpica nell’Omnium su pista, Viviani ha vinto tappe in tutti e tre i Grandi Giri, con una vittoria di tappa al Tour de France, tre alla Vuelta a España e cinque al Giro d’Italia, dove ha ha vinto anche un titolo di classifica a punti.

Il palmares di Viviani annovera anche numerose vittorie di una giornata al WorldTour; ha vinto tre edizioni consecutive della Cyclassics Hamburg oltre a un’edizione ciascuna della Bretagne Classic, la RideLondon-Surrey Classic e la Cadel Evans Great Ocean Road Race.

I risultati della massima serie sono stati più difficili da ottenere per Viviani da quando è passato alla Cofidis, ma in questa stagione ha ottenuto numerose vittorie in gare di livello inferiore.

Agli Ineos Grenadiers, Viviani dovrebbe avere molte opportunità da aggiungere al suo bottino di vittorie negli sprint. Ha anche notato in un comunicato stampa della squadra che continuerà a concentrarsi sui suoi obiettivi olimpici mentre si ricongiunge all’organizzazione.

“Il mio accordo mi porta a Parigi 2024. Mi sono reso conto di quanto siano importanti per me le Olimpiadi quest’anno e ho il privilegio di essere in una squadra che mi supporterà. guardo come Filippo [Ganna] è stato in grado di esibirsi in trasferta per il team quest’anno e in pista a Tokyo. Ricordo anche Rio 2016 come fosse ieri e come la squadra mi ha aiutato anche allora. Anche quella medaglia d’oro apparteneva in parte a questa squadra”, ha detto.

“Ho passato due anni difficili e le Olimpiadi mi hanno restituito quello che mi era mancato: le gambe, la fiducia, la convinzione e la fiducia in me stesso. La mia medaglia di bronzo di quest’anno mi ha dato la convinzione di tornare al mio livello.

“Penso che questo sia il posto migliore per me in questa fase della mia carriera. Ho fatto tutto il possibile per tornare e sono orgoglioso come persona di essere partito in buoni rapporti e di aver lasciato qualcosa di buono qui. Ora è stato ripagato”.



Source link