Come i professionisti si stanno preparando per il primo evento nel suo genere – VeloNews.com

Come i professionisti si stanno preparando per il primo evento nel suo genere – VeloNews.com


“],” filter “: ” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}”>

Mancano meno di una settimana ai primi campionati mondiali di eSport UCI in assoluto e la lista di partenza continua a crescere con nomi riconoscibili sia dal gruppo professionistico che dagli specialisti indoor.

Mentre alcuni atleti hanno affinato le loro capacità di corsa gareggiando su strada, altri hanno colpito l’allenatore più – e in modo più strategico – che mai, con l’obiettivo di fare la storia.

Relazionato: VeloNews Podcast — Le basi sui mondi UCI Esports; Zwift vs. manipolazione dei dati

I vincitori maschili e femminili non solo porteranno a casa € 8.000 (~ $ 9.500) e il diritto di indossare una versione digitale dell’ambita maglia arcobaleno, riceveranno anche una maglia del mondo reale.

Stella separatista del Tour de France e della Vuelta a España Thomas De Gendt di Lotto-Soudal è stato appena aggiunto alla squadra belga, insieme all’attuale detentore del record dell’ora mondiale Victor Campenaerts e altri sette.

De Gendt è stato riconosciuto all’inizio di quest’anno su Zwift quando ha erogato così tanta potenza durante una corsa, quello il gioco neutralizzò temporaneamente il suo sforzo quando un algoritmo ha ritenuto erroneamente che la sua potenza era sospetta.

De Gendt ha continuato a conquistare il quarto posto nel Tour virtuale delle Fiandre pochi giorni dopo.

Mentre i professionisti di WorldTour hanno utilizzato la stagione su strada compressa dello scorso anno per migliorare la forma fisica e le abilità pratiche come il tempismo quando lanciare un attacco, i ciclisti specializzati nelle corse indoor hanno adottato un approccio diverso.

Classifica mondiale numero uno

Holden Comeau è uno specialista di corse indoor che non corre su strada. Inizialmente non è stato nominato nel Team USA per i primi “Mondi Zwift”, tuttavia, lo stesso giorno in cui la squadra degli Stati Uniti è stata selezionata in una gara d’appalto sulla piattaforma RGT, a Comeau è stata offerta una wildcard da Zwift .

L’esperienza di Comeau nelle corse Zwift è stata riconosciuta da Rally Cycling quando il team glielo ha chiesto agire come regista ospite sportivo per il Virtual Tour de France. Ma questo non ha significato il ritiro per il pilota indoor stagionato dal team Saris + The Pros Closet.

L’ex nuotatore collegiale ha tenuto il numero uno della classifica mondiale a Zwift all’inizio del 2020 e ha raggiunto di nuovo questo punteggio massimo per un breve periodo, di recente. Ha lavorato con il suo team commerciale, oltre a mantenere le comunicazioni con gli altri corridori del Team USA.

“Ho pianto un po ‘la prima metà di ottobre perché volevo riportare il mio rango mondiale al numero uno. Quindi stavo lavorando al mio sprint e vincendo molte gare. Nella seconda metà di ottobre, ho spostato l’attenzione sulla corsa in un modo più specifico per le esigenze dei campioni del mondo. Volevo aumentare un po ‘la mia potenza da 1 minuto a 5 minuti “.

Comeau ipotizza che la salita finale ai prossimi campionati del mondo sarà meno di uno sforzo totale di 80 secondi alla fine della gara di 50 km, e si sta allenando in modo specifico per questo tipo di sforzo, e già vede che ripagare. .

“Entro la metà di novembre le cose hanno iniziato ad andare a posto e mi sento come se mi fossi preparato molto bene per come probabilmente si svolgerà la gara dei campioni del mondo. Per quanto riguarda le classifiche mondiali, a partire da [early December], sebbene fossi tornato al numero 1 per un po ‘, ero caduto al numero 2. [My team] Saris + The Pro’s Closet è il numero 1 nella classifica a squadre [as of the same time period]. “

Sebbene non fosse stato precedentemente registrato in un programma di controllo antidoping, era entusiasta di essere iscritto al programma amministrato da CADF. Altri atleti americani potrebbero essere già stati iscritti al programma USADA.

“Charlie Issendorf e il team di Zwift hanno organizzato il mio ingresso nel programma CADF di verifica dei luoghi di permanenza. E devo ammettere che è stata una giornata eccitante e surreale quando il tester ha bussato alla mia porta per un campione! Ha pensato che fossi un ciclista su pista quando ha visto un biglietto nella mia cartella che dicevo che correvo ‘indoor’ ”, ha detto Comeau. “È stato divertente spiegare che in realtà ho corso nel seminterrato proprio sotto il punto in cui ci trovavamo”.

Comeau ha partecipato a diverse corse con i suoi compagni di squadra del Team USA come Christie Tracy, e i suoi compagni di squadra Saris-The Pro’s Closet come Ryan Larson, che rappresenterà anche gli Stati Uniti.

Da “trackie” a “Zwifter”

Elinor Barker, cinque volte campionessa del mondo e campionessa olimpica in pista, ha detto che parte della sua preparazione includerà il controllo della sua connessione Internet. Il pilota del Team GB ha detto che la sua preparazione e routine pre-gara non è molto diversa da quando corre nel mondo reale.

“Penso che mi preparerò come te per la maggior parte delle altre gare”, ha detto, notando alcune differenze nell’allenamento per l’evento virtuale. “È ancora tattico, e c’è qualche elemento tecnico, ma è completamente diverso perché non ci sono capacità di guida della moto”.

Barker ha osservato: “In Zwift ci sono cose come i power-up che suppongo siano l’hub di gioco ed è un po ‘come prendere la banana in Mario Kart. È come un po ‘ [extra] potere che hai [in reserve but] che devi usarlo in tempo per trarre vantaggio dai tuoi avversari, il che non ha niente a che fare con la vita reale “.

Barker ha anche notato che questa è probabilmente l’unica opportunità che avrà per competere contro i campioni su strada.

“C’è una grande varietà di atleti, quindi penso che sia l’unica gara in cui gareggerò con un campione olimpico e mondiale su strada, e un campione del mondo multiplo in pista, e anche più campione paralimpico nello stesso posto in la stessa corsa “, ha detto in un’intervista giovedì.

Mentre l’olandese Anna van der Breggen stava raccogliendo due titoli mondiali su strada in meno di una settimana all’inizio del 2020, non è una nuova arrivata Zwift. La medaglia d’oro olimpica del 2016 ha guidato le corse di gruppo a Zwift e in precedenza ha persino offerto le sue playlist che la mantengono motivata quando è al chiuso.

Ashleigh Moolman Pasio, un pilota esperto di Zwift, ha detto di recente VeloNews pensa di avere una possibilità al campionato del mondo titolo e sta prendendo molto sul serio la preparazione.

Il sudafricano ha anche suggerito che la squadra olandese potrebbe non essere così acuta su Zwift come sono in viaggio, ma che non dovrebbero mai essere cancellati.

“Ho parlato con Anna [van der Breggen] riguardo a questo in precedenza, era aperta alle gare, ma ha ammesso con me che è stato molto difficile e che deve entrare nel giusto stato d’animo per correre “, ha detto Moolman Pasio. “Sarà sicuramente interessante vedere come Annemiek [van Vleuten] lo fa perché è una persona molto competitiva, quindi non la vedo solo all’inizio. “

Pratt rappresenterà l’Australia ai prossimi campionati mondiali di eSport UCI. Foto: Zwift

Cavalca la strada, cavalca Zwift

L’australiana Jessica Pratt è una dei sei australiani che si schiereranno per un colpo alla gloria del gioco. Il ciclista Canyon-SRAM ha acquisito maggiore familiarità con Zwift durante i primi giorni del blocco della pandemia ed era entusiasta di essere nominato nel Team Australia in base al suo on-the-road e Zwift palmares.

“Immediatamente dopo aver saputo che ci sarebbe stato un campionato mondiale di eSport su Zwift, sapevo che volevo farne parte. I nostri risultati di gara su strada e Zwift sono stati presi in considerazione, ed ero entusiasta di sapere che avevo fatto parte della squadra in un gruppo di australiani di grande talento “, ha detto in un comunicato Canyon-SRAM.

La compagna di squadra di Pratt Hannah Ludwig della Germania sembra prendere sul serio questo evento del campionato poiché la posta in gioco alta e le strisce colorate offrono maggiori opportunità al gruppo femminile che ha visto molte gare annullate a causa dell’applicazione delle restrizioni COVID-19.

“Ho continuato ad allenarmi dopo la mia ultima gara su strada [several] settimane fa. Ho guidato molto su Zwift, ho fatto diverse gare e la nazionale [has] ha avuto anche alcune sessioni di formazione su Zwift. La nostra squadra è forte, soprattutto con Tanja [Erath] in esso, quindi non vedo l’ora “, ha detto Ludwig.





Source link