Com’è cancellare una bici da $ 20.000 al primo giro

Com’è cancellare una bici da $ 20.000 al primo giro


Nella tenue luce del primo mattino che filtrava dalla finestra del suo studio di Bernal Heights, Erik Nohlin ha scattato alcune fotografie del suo nuovo Specialized Aethos.

Il giorno era quello che aveva previsto. Sarebbe stato il primo giro su una bici che aveva passato giorni a dipingere e mesi a pianificare. Il telaio era un 1-of-300 Founders Edition, ma era a malapena riconoscibile. Era stato spogliato, poi accuratamente punteggiato di oro per creare un effetto sorprendente, olistico e unico nel suo genere.

Prima della sua corsa quotidiana a pranzo, Nohlin ha caricato le foto su Instagram, ha scritto una didascalia – “Non voglio sfigare [it] ma se c’è qualcosa di simile a una bici per sempre, è proprio questo ”- e parti alla volta del sole di San Francisco.

Pochi minuti dopo, mentre Nohlin percorreva una discesa, una Honda Civic uscì da un parcheggio davanti a lui. Il pilota è scivolato verso la linea centrale per evitare una collisione, ma il guidatore ha stretto un’inversione a U illegale e Nohlin è andato a sbattere contro il lato dell’auto, sul cofano e sull’asfalto a più di 35 km / h.

Nohlin è scappato ragionevolmente intatto. La sua bici, nel suo viaggio inaugurale, non è stata così fortunata. Una delle bici più costose sul mercato, fortemente personalizzata e valutata tra i 20.000 ei 30.000 dollari, è stata completamente cancellata nei primi minuti di utilizzo.

Nohlin, uno svedese snello e simpatico, è leader nella progettazione di attrezzature per Specialized, con un CV professionale che include il lavoro sulla nuova Roubaix, il design di punta delle varie edizioni speciali di Peter Sagan e la reinvenzione da zero dell’amato e versatile Sequoia specializzata. In quanto tale, ha accesso ad alcune belle moto, ma ammette che questo Aethos era qualcosa di speciale.

La genesi del suo design è stata la Chris King Open House, un evento annuale in cui i costruttori (di solito piccoli, personalizzati) sono invitati a mettere insieme una vetrina unica per le colorazioni stagionali di Chris King. Per il 2020, per ovvie ragioni, l’Open House è stata più che altro una casa chiusa, con le showbike fotografate ed esposte online. Specialized è stata invitata a curare un paio di bici Specialized Aethos per abbinare le parti oro e nere che saranno svelate da Chris King per il 2021.

Nohlin e la sua collega Kayla Clarot ognuno ha lavorato su un progetto per la vetrina – Clarot presenta un intricato design di oltre 300 promesse scritte a mano per migliorare la rappresentazione delle donne e delle persone di colore nel settore, e Nohlin presenta un elaborato design dorato.

Clarot è sopravvissuto. Nohlin’s no.

“Ho passato 30 ore a dipingerlo”, mi dice Nohlin dal suo studio, l’Aethos distrutto seduto contro lo scaffale dietro di lui, il suo comando destro piegato verso l’interno. “È uno dei migliori lavori che abbia mai fatto. Sai, lo faccio da 20 anni e ne sono così orgoglioso “.

Il progetto è stato sorprendentemente modesto nella sua esecuzione. Sulla morbida tela rotonda dell’Aethos, gli strumenti di Nohlin erano solo un foglio di cellophane e pochi grammi di vernice dorata, ma prima di arrivare a quel punto c’erano una pianificazione e una contemplazione significative.

“È il telaio di produzione più leggero al mondo, ma se aggiungi una mano di vernice solida, ovviamente deve pesare di più”, spiega Nohlin. “E volevo mantenerlo davvero leggero: volevo il massimo effetto con il minor peso, con un effetto marmorizzato.”

Nohlin ha preso un pezzo di cellophane trasparente di dimensioni A3, lo ha arrotolato in una palla e con esso ha tamponato della vernice dorata sul telaio – migliaia di piccoli movimenti, stratificati sul telaio per creare una ragnatela spettrale.

“È un lavoro di verniciatura ultraleggero con un enorme effetto visivo: pesa forse dai sei ai sette grammi. È quasi come una ragnatela d’oro sopra il carbonio. Ma poi, quando lo fai, dà una profondità davvero impressionante – non è un effetto superficiale. C’è un’enorme profondità sul telaio, fino alla trama del carbonio “, continua Nohlin.

Oltre al telaio, Nohlin ha applicato lo stesso trattamento a reggisella, manubrio, attacco manubrio e sella. La costruzione è stata completata con un’attenta cura delle parti dell’industria del ciclismo: una campana Spurcycle con un martello di ottone che si abbinava perfettamente all’oro; I nuovi mozzi oro e neri di Chris King costruiti su un cerchio forato personalizzato; anche un paio di pneumatici Specialized Roubaix Pro da 32 mm che erano stati “invecchiati” alla luce UV per sei mesi per dare la giusta sfumatura al colore del fianco per meglio abbinare l’oro. Il peso complessivo, inclusi gli accessori per una bici da 56 cm, era di 6,66 kg – un bel po ‘di sinergia con l’amore devoto di Nohlin per il black metal.

Come espressione artistica, il risultato è quello di cui Nohlin aveva – ha ancora – un grande orgoglio. “In termini di ideazione di un concetto e di esecuzione, penso che sia stato uno dei migliori che ho fatto”, dice Nohlin. “Penso davvero che sia perfetto.”

Tuttavia, essendo una moto con cui ha un legame più tangibile, è un po ‘più complicata. A Nohlin non piace l’estetica per il gusto di farlo – guida le sue bici forte e lontano – quindi una volta che la vetrina è finita e le foto per la mostra sono state scattate, il dorato Aethos è stato sempre destinato ad avere una lunga vita nell’ultra-resistenza gare e super-randonneurs.

“I ricordi sono ciò che rende le mie bici magiche, non quanto valgono”, dice Nohlin, meditabondo, dando il nome alla sua amata Surly Crosscheck da 600 dollari di 15 anni come esempio di una bici che sarebbe stata davvero insostituibile. L’Ethos – stravagante, unico e stravagante com’era – rappresenta una relazione nella sua infanzia, che aiuta la sua perdita a pungere un po ‘meno.

“Una bici senza una bella storia o ricordi di corse epiche nel suo palmarés, sono solo oggetti … ma la mia Aethos sarebbe diventata una di quelle bici magiche per me. Per questa bici c’erano circa 1.000 chilometri in solitaria e io … ma è morta prima che avesse la possibilità di rendersi immortale “, riflette Nohlin.

Quando Nohlin è andato a sbattere contro una macchina due giovedì fa, avrebbe potuto facilmente uscirne molto peggio di quanto ha fatto. Riprese CCTV dell’incidente mostra che era a pochi secondi dall’essere investito da un altro veicolo, e anche se non si sono rotte ossa, lo paragona a essere picchiato con un elenco telefonico. “È quel tipo di violenza schietta che mi ha incasinato”, mi dice. “Ho dormito mezza giornata, ho avuto la febbre – è stato un viaggio davvero difficile. Sono uscito abbastanza facilmente da quell’incidente, ma sono ancora incasinato 11 giorni dopo. “

La perdita di una bici ridicolmente costosa al suo debutto è un’ulteriore piega al trauma stradale, ma che Nohlin è incline a guardare attraverso l’obiettivo della “commedia molto molto nera” piuttosto che della tragedia. “L’ho assolutamente sfortunato quella mattina quando ho scritto quel post definendolo la mia bici per sempre. Non farlo mai! È così fottuto che è esploso in una polvere di fibra di carbonio proprio come due ore dopo “, dice, sorridendo malinconico.

“Non si tratta proprio della moto”, continua. “È sempre doloroso passare tutta quella quantità di tempo ad essere appassionati e ad eseguire qualcosa – e poi ti aspetti che tutto quel duro lavoro venga ripagato nella tua bici della vita – la tua vita … E poi viene distrutta al primo giro. C’è qualcosa di divertente in questo. ” Nohlin ridacchia, prima di chiedermi se ho mai visitato Stoccolma.

Non l’ho fatto, gli dico.

“OK”, risponde con un luccichio negli occhi, prima di lanciarsi in un aneddoto perfetto sul naufragio più famoso di Stoccolma.

“Nel 1503 il re Gustav Vasa divenne re di Svezia e decise di costruire una nave”, dice Nohlin. “Nel 1628 la sua nave omonima fu terminata. Era la fottuta nave più spettacolare mai costruita e affondò durante il suo viaggio inaugurale. Ha navigato per meno di un miglio, dopo, tipo, tre anni per essere costruito e così tanto lavoro e tanto orgoglio, e il mondo intero stava guardando.

“Quando questo è successo a me, ho pensato, ‘wow, è proprio lo stesso.’ Tanta attesa, così tanto orgoglio e gioia, e pensi di conquistare il mondo su questa nave – questa bici – e poi affonda. Questa è stata la mia analogia per questo. Proprio come il Nave Vasa … è quasi troppo bello per essere vero. “





Source link