Chantal van den Broek-Blaak vince la Strade Bianche

Chantal van den Broek-Blaak vince la Strade Bianche


Ancora una volta SD Worx ha tenuto una master class in tattica alla Strade Bianche. Dopo una mossa a due in fine gara con Elisa Longo Borghini di Trek-Segafredo, Chantal van den Broek-Blaak è arrivata alla vittoria in Piazza del Campo.

Longo Borghini ha tenuto il secondo posto davanti alla campionessa del mondo Anna van der Breggen (SD Worx).

“Non era proprio il piano che avrei vinto oggi”, ha detto Van den Broek-Blaak dopo il traguardo. “Avevamo una squadra così straordinaria e mi sentivo molto bene, quindi è arrivata inaspettatamente.

“Eravamo lì con quattro, con un gruppo di 11, quindi sì, certo, giocheremo. Era il mio lavoro provare a rifarlo, e quando Elisa è venuta con me, non mi era permesso guidare, e ho pensato che fosse super intelligente perché normalmente non posso seguire Elisa in salita quindi ero super spaventata [of] lei e so che anche lei è molto concentrata su questa gara. A 1 km dalla fine, ho potuto sentire che si era rotta e che avevo ancora qualcosa nel serbatoio “.

Come è successo

Come abbattere anche quello che è successo in questa gara? Sarebbe stato un compito più semplice se ci fossero stati più di 20 km di copertura in diretta.

Piccole fughe sono state tentate all’inizio della gara, e anche la velocista Lotte Kopecky (Liv Racing) ha tentato la sua fortuna in testa. Un contropiede di otto piloti è andato a 36 km dalla fine che ha davvero dato il via all’entusiasmo. Quella mossa includeva il secondo classificato dell’anno scorso Mavi Garcia (Alé BTC Ljubljana), il vincitore delle Fiandre 2020 Van den Broek-Blaak e Ellen van Dijk di Trek-Segafredo.

Il gruppo di testa si è diviso e si è raggruppato nel sesto settore di ghiaia. Dietro di loro, una seconda gara era in corso con Marianne Vos (Jumbo-Visma) in testa a un tentativo di bridge. A seguito di Vos c’erano molti dei favoriti della gara; Annemiek van Vleuten (Movistar), Kopecky, Cecilie Uttrup Ludwig (FDJ), Kasia Niewiadoma (Canyon-SRAM) e Demi Vollering (SD Worx).

Dietro il gruppo di nove inseguitori c’era un altro gruppo che includeva il campione del mondo Van der Breggen e Longo Borghini.

A 16 km dalla fine i tre gruppi sono diventati uno e Van Vleuten non ha perso un colpo. La campionessa in carica ha attaccato, a caccia della tripletta delle vittorie, impresa mai realizzata né nella gara maschile né in quella femminile.

Van Vleuten è stato inizialmente seguito da Longo Borghini, ma alla fine è stato Vos ad aggrapparsi al volante del campione europeo. Quando i due si sono avvicinati al traguardo dei 10 km dal traguardo, hanno tenuto 10 secondi sui loro inseguitori.

SD Worx, con quattro corridori nel gruppo degli inseguitori, ha avuto la forza numerica ed è stato in grado di tirare indietro Van Vleuten. A 8 km dalla fine, con Van Vleuten e Vos catturati, gli attacchi sono continuati.

Un attacco di Van den Broek-Blaak è stato seguito da Longo Borghini. Con solo Niewiadoma a inseguire, il resto del gruppo ha esitato leggermente. Longo Borghini e Van den Broek-Blaak hanno visto alle loro spalle una significativa luce diurna.

A 4 km dalla fine, i due leader avevano 14 secondi sugli inseguitori. Come ex vincitrice e scalatrice migliore di Van den Broek-Blaak, Longo Borghini non ha ricevuto alcun aiuto dal suo compagno di squadra. Non c’è stato alcun inseguimento organizzato da dietro e, cosa interessante, gli altri corridori dell’SD Worx hanno iniziato ad attaccare il resto del gruppo mentre il traguardo si avvicinava sempre di più.

Dopo il chilometro mancante Longo Borghini e Van den Broek-Blaak hanno a disposizione 17 secondi con Marta Cavalli (FDJ) a caccia.

Sulla salita finale di Siena, Van den Broek-Blaak ha attaccato Longo Borghini, lasciando il campione italiano nella polvere a cavalcare da solo fino al traguardo.

La gara alle spalle è stata caotica come il resto della giornata, con Van der Breggen che ha catturato e superato Cavalli per conquistare il terzo posto di giornata.

Risultati

  1. VAN DEN BROEK-BLAAK Chantal, SD Work 3:54:40
  2. Longo LONGO BORGHINI Elisa, Trek-Segafredo +0: 07
  3. VAN DER BREGGEN Anna, SD Worx +0: 09
  4. VAN VLEUTEN Annemiek, Movistar +0: 11
  5. UTTRUP LUDWIG Cecilie, FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope +0: 11
  6. VOLLERING Demi, SD Worx +0: 11
  7. VOS Marianne, Jumbo-Visma +0: 23
  8. CAVALLI Marta, FDJ Nouvelle Aquitaine Futuroscope +0: 27
  9. NIEWIADOMA Kasia, Canyon-SRAM +0: 30
  10. VAN DIJK Ellen, Trek-Segafredo +0: 32



Source link