Cavendish e Lefevere hanno raggiunto un accordo per il 2022

Cavendish e Lefevere hanno raggiunto un accordo per il 2022


Dopo settimane di avanti e indietro, sembra che Mark Cavendish e il boss di Deceuninck-QuickStep Patrick Lefevere abbiano finalmente raggiunto un accordo.

“Ho letto che i negoziati tra Mark Cavendish e me sono difficili e che l’acqua è profonda”, ha scritto Lefevere nella sua colonna Het Nieuwsblad. “La realtà, nel frattempo, è un po’ diversa. Vedrò Mark faccia a faccia la prossima settimana quando sarà in Belgio per i Mondiali. È più facile parlare che al telefono. Ora abbiamo raggiunto un accordo su stipendi e bonus. L’unico punto controverso è quello che Mark può fare dopo la sua carriera. Vorrebbe rimanere coinvolto con la nostra squadra e questo è certamente negoziabile per me”.

Anche se il suo immediato futuro agonistico sembra essere confermato, l’unica domanda rimasta è su cosa accadrà dopo: cosa farà Cavendish una volta che avrà “riattaccato le ruote”? Lo stesso Missile Manx ha alcune idee.

“In parte è una storia finanziaria”, ha continuato Lefevere. “Quello che Mark voleva guadagnare quest’anno, potevamo spalmarlo su due anni. Ma comunque, non vuole solo incassare una funzione cerimoniale. Mark vuole fare qualcosa che abbia un significato. Che cosa esattamente, vorrei che fosse lui a presentarsi. Per mia esperienza, tutti i piloti di oggi vogliono essere manager delle prestazioni, ma il problema è che spesso si prendono troppo come riferimento. Ciò che ha funzionato per te potrebbe non funzionare necessariamente per qualcun altro”.

Con 15 anni di corse e vittorie alle spalle, Cavendish è considerato un prezioso compagno di squadra e un motivatore: il suo inclusione nella formazione britannica per la corsa su strada dei Campionati del Mondo è come capo squadra, un pilota veterano ed ex campione del mondo arruolato per la sua esperienza dentro e fuori dalla moto. Forse una versione più formale di ciò è dove risiede il suo futuro con Deceuninck-QuickStep. E poi c’è il marchio “Mark Cavendish”.

“Un’altra possibilità è che cammini al mio fianco, in una posizione dirigenziale”, ha detto Lefevere. “Mark è qualcuno per cui si aprono le porte. Ha il nome, e bisogna darglielo: può spiegarlo anche lui. Aziende come Science in Sport e McLaren sono entrate nel ciclismo attraverso Mark. Ha anche ottimi rapporti con il produttore di bevande energetiche Monster. In quel ruolo può sicuramente essere un valore per la nostra squadra, anche se dico anche: i miei sponsor principali sono fissi fino al 2027. Gli sponsor secondari anche per due o tre anni. Non abbiamo molto spazio lì”.

Evidentemente, Lefevere vede un certo valore nel tenere Cavendish in giro, eppure è ancora costretto a mettere in dubbio, qualcosa che non sorprenderà nessuno. Né lo sarà la notizia che c’è aria da pulire tra il capo della squadra Deceuninck e il Missile Manx. Sebbene in tutta onestà con tutti i soggetti coinvolti, nessuno aveva previsto che i successi di Cavendish nel 2021 avrebbero finora superato le aspettative.

“Quest’anno non siamo stati in grado di riprodurre sufficientemente l’immagine di Mark”, ha spiegato Lefevere. “Ha corso con un contratto minimo e non pensava che facesse parte dell’accordo. Non posso certo biasimarlo. Faremo chiarezza anche su questo la prossima settimana”.



Source link