Brandon McNulty apre il 2021 a Parigi-Nizza, nuova legge antidoping approvata in Colombia – VeloNews.com

Brandon McNulty apre il 2021 a Parigi-Nizza, nuova legge antidoping approvata in Colombia – VeloNews.com


“],” filter “: ” nextExceptions “:” img, blockquote, div “,” nextContainsExceptions “:” img, blockquote “}”>

Brandon McNulty esordisce in stagione alla Parigi-Nizza, Tadej Pogačar corre sulla Strade Bianche

Stella GC in erba Brandon McNulty debutta la sua stagione 2021 al Parigi-Nizza, mentre il compagno di squadra Emirati Arabi Uniti Tadej Pogačar prende il via il suo calendario europeo alle Strade Bianche.

Fresco di una grande vittoria all’UAE Tour, Pogačar, che corre sulle strade bianche per la terza volta della sua carriera, correrà alla Tirreno-Adriatico e ai Paesi Baschi di Itzulia verso la fine di questa primavera. Pogačar sarà affiancato da Davide Formolo, secondo nell’edizione dello scorso anno.

“L’anno scorso ho avuto una giornata fantastica sulla moto qui e sono riuscito a finire secondo e salire sul podio”, ha detto Formolo. “È una gara che mi si addice bene e in cui posso fare bene. Inizierò con meno pressione quest’anno perché le mie condizioni sono ancora in fase di costruzione. Tadej è in buona forma al momento e l’idea è che entrambi arriveremo in fondo alla finale con il maggior numero possibile di compagni di squadra. Può essere una gara imprevedibile, ma sabato possiamo giocare a nostro vantaggio “.

In Francia con la Parigi-Nizza che inizierà domenica, McNulty correrà per la prima volta da allora finendo 15 ° al Giro d’Italia. È affiancato da David de la Cruz, Matteo Trentin, Alexander Kristoff e Rui Costa per la corsa a tappe di una settimana denominata “Race to the Sun”.

“Ci sono alcune tappe qui che mi stanno bene. L’ultima volta che ho vinto una tappa qui sei anni fa, quindi ripeterlo sarebbe bello “, ha detto Kristoff. “L’obiettivo principale a parte le vittorie sarà quello di migliorare la forma davanti alle classiche. Tra me e Trentin siamo fiduciosi di poter fare una grande campagna primaverile per la squadra. Per il GC saremo qui con De La Cruz e McNulty, ma la nostra squadra è piena di ragazzi che potrebbero potenzialmente vincere delle tappe “.

Nuova legge antidoping in Colombia

Mercoledì il governo colombiano ha approvato una nuova legge che punisce con la reclusione la fornitura o la somministrazione di prodotti dopanti. La legge prevede anche pene detentive da due a sei anni per i fornitori, e anche sanzioni per doping in una mossa recuperare il proprio accreditamento dalla World Anti-Doping Agency (WADA).

“Abbiamo portato il nostro paese al livello delle migliori pratiche delle organizzazioni internazionali per combattere una delle grandi minacce nello sport: il doping”, ha detto il presidente Ivan Duque.

Con l’emanazione della legge, il Paese ha anche inaugurato un laboratorio antidoping, che gli ha permesso di riacquistare l’accreditamento presso la WADA, perso nel 2017 a causa di “problemi di analisi” durante i controlli.

Nel 2019, squadra colombiana Manzana Postobón piega dopo che è stato colto in uno scandalo dopo il controllo positivo di due dei suoi corridori. La Colombia ha 33 corridori attualmente soggetti a sanzioni per l’uso di sostanze vietate, secondo la Federazione colombiana. – AFP

MPCC critica le wildcard del Giro d’Italia

MPCC, il gruppo di controllo antidoping, ha criticato le selezioni di caratteri jolly per il 2021 Giro d’Italia, sottolineando che due dei quattro jolly – Eolo-Kometa e Vini Zabu-Brado-KTM – non fanno parte del loro gruppo.

Ha anche messo in dubbio l’invito esteso a Vini Zabu-Brado-KTM, una squadra che ha lasciato l’MPCC e poi ha visto un caso di doping al Giro d’Italia 2020. Matteo Spreafico ha restituito un risultato analitico negativo per il prodotto vietato Ostarine, ed è stato successivamente licenziato dal team.

“Riteniamo che questo deplorevole evento avrebbe dovuto influenzare la decisione dell’organizzatore. Dato che non è stato così, abbiamo difficoltà a capire come RCS Sport stabilisce i suoi criteri, sia in termini sportivi che etici ”, si legge in una nota. “Ancora una volta, MPCC non vuole fare pressione sulle scelte degli organizzatori di gara ma MPCC è convinto che assegnare una wild card per gare così popolari come il Giro d’Italia a una squadra che ha concluso l’edizione precedente con un positivo anti-doping il test è un segnale sbagliato. “

Tazzine da caffè commemorative per Nicolas Portal

Ineos Grenadiers ha creato tazzine da caffè commemorative per il direttore sportivo Nicolas Portal, morto un anno fa. I fondi andranno a sostenere un evento di beneficenza locale in memoria del direttore sportivo francese che ha contribuito a guidare la squadra verso alcune delle sue più grandi vittorie.





Source link