Biciclette del gruppo: Focus Izalco Max Disc 9 home-build

Biciclette del gruppo: Focus Izalco Max Disc 9 home-build


Di giorno Francis Lim si occupa di pianificazione e design. Di notte, costruisce e armeggia con le biciclette nel suo minuscolo appartamento a Hong Kong per “sfogarsi” dopo la fatica della giornata. Potresti ricordare un precedente Bikes of the Bunch che Francis ha inviato – la sua storia Fattore ultraleggero O2, meticolosamente personalizzato e costruito al suo tavolo da pranzo / scrivania. Oggi Francis è tornato con un’altra casa costruita; questa volta sta condividendo la storia del suo Focus Izalco Max Disc 9. La parola a te, Francis.


In un certo senso è facile: basta tirare fuori i soldi, inventare un fantastico elenco di parti da abbinare a un telaio di fascia alta, far lavorare il tuo negozio preferito e voilà, hai la tua superbike! Questa costruzione è diversa in quanto la pianificazione, il salvataggio, l’elenco delle parti, l’edificio e la modifica sono stati eseguiti da una sola persona, e di nuovo tutti nel nostro minuscolo appartamento e sullo stesso tavolo da pranzo, e di notte, principalmente dopo il lavoro. È profondamente personale ed estremamente soddisfacente una volta che lo fai funzionare!

Con le bici da strada con freno a disco che stanno rallentando diventando lo standard – se non lo sono già – l’idea era di costruire una build equipaggiata con disco competente e pronta per la gara che non rompesse la banca. Volevo che fosse pulito ed elegante e abbastanza leggero per affrontare le colline dei Nuovi Territori di Hong Kong e le pianure ventose dell’isola di Lantau dove vivo.

Mi piacciono molto le forme geometriche di ispirazione industriale piuttosto che le curve fluide. Preferisco anche scelte insolite piuttosto che popolari e stavo cercando una piattaforma di colore neutro. Anche il mio budget non era sufficiente per i VAM, i CFR e gli SL7 del mondo. E, soprattutto, doveva essere in grado di far passare cavi integrati attraverso il tubo sterzo.

Dopo alcune notti insonni su quale taglia prendere, ho deciso la Kit telaio Focus Izalco Max Disc 9 come base per la mia build. Giusto in tempo mentre il rivenditore locale stava prendendo i preordini fortemente scontati per la colorazione dell’anno modello 2021, e in due settimane il set di cornici era sul nostro tavolo da pranzo.

Ora la parte divertente: le scelte di costruzione!

Dimensione della cornice

La proporzione della bici è importante per me. La saggezza convenzionale direbbe che avevo bisogno di una taglia XS. Guardando gli Izalcos costruiti di dimensioni simili, ha un tubo sterzo molto corto e la maggior parte utilizzava un’alta pila di distanziali sull’estremità anteriore che non volevo. Ma allo stesso tempo, non volevo che la mia esposizione al reggisella diventasse troppo breve. Ho inserito i numeri nello strumento di confronto di Bike Insights e mi sono reso conto che una taglia S è più o meno la stessa del Factor O2 52 che ho costruito prima. Tuttavia, non ero del tutto sicuro, quindi ho sovrapposto graficamente una dimensione simile e ho avuto la mia taglia!

Pozzetto integrato

Lo stelo CIS proprietario da 100 mm è arrivato a 243 g. Con un manubrio da 200 go più, sarei rimasto con un cockpit da 400 g + molto pesante. Inoltre, non mi è piaciuto il profilo a doppio angolo che mi ricorda una parte del corpo maschile molle.

Mi piacciono molto la semplicità e la leggerezza dei cockpit integrati Black Inc, ma ne avevo bisogno di uno che avesse dei cavi in ​​uscita sulla parte inferiore dello stelo per connettersi con il passaggio del telaio sui ritagli dei cuscinetti della serie sterzo. Ne ho trovato uno dal mercato OEM etichettato come HB09, con un morsetto a cuneo e un profilo alare troncato che si abbinava al telaio. A 290 go giù di lì, sono riuscito a tagliare un po ‘di peso!

Instradamento dei cavi

Quando è entrato il cockpit integrato, la posizione di uscita del cavo era spostata di 5 mm su entrambi i fori del tubo del freno a disco anteriore e posteriore sul cuscinetto superiore del tubo di sterzo. Avrebbe potuto essere fatto più facilmente in un vero negozio con una morsa e tutti i tipi di strumenti, ma non volevo più spiegare loro cosa volevo fare poiché i meccanici locali di solito non sono molto ricettivi alle modifiche fai-da-te.

Dopo una buona notte di perforazione, utilizzo di un taglierino e limatura, sono riuscito a ritagliarmi un percorso che non limiti affatto le curve del tubo del freno. Questo è stato facilmente il punto cruciale della build!

Assali RAT

La tecnologia proprietaria Rapid Axle di Focus è propagandata come “la rigidità e la stabilità del perno passante con la velocità del rilascio rapido”. Preferisco l’aspetto pulito degli assi passanti con chiave esagonale e la semplicità di inserirli. Normalmente porto un multiutensile nella mia tasca posteriore che ha una chiave da 6 mm in modo che gli assi passanti filettati funzionino meglio per me, più il il peso inferiore non ha fatto male!

Ho trovato alcune opzioni su assi alternativi, ma la chiave era trovare il dado dell’asse femmina che si inseriva nella depressione a forma di pera sui forcellini. Ho trovato di nuovo alcuni assali e dadi OEM e ho risparmiato 55 g dal magazzino.

Ruote a disco tubolari

Hong Kong ha strade pulite e ben asfaltate e la maggior parte delle piste ciclabili ha un accesso ravvicinato al sistema ferroviario. Anche i taxi e il noleggio di furgoni abbondano. Ho sempre preferito la corsa e la sensazione dei tubolari, nonostante ciò che dicono tutte le recenti informazioni di marketing su copertoncini e tubeless. Non ho forato i tubolari da più di un anno usando il sigillante stradale, quindi questo non sarebbe diverso: ruote tubolari per freni a disco.

Ora passiamo alla build!

Avevo già il gruppo freno a cerchio su un’altra bici e in realtà avevo intenzione di trasferirlo solo su questa build. Avevo pronte alcune pinze idrauliche azionate da cavo, simili al Recensione di Yokozuna Motoko CyclingTips in precedenza. Ma alla fine ho deciso che sarebbe stato meglio avere pinze idrauliche complete.

Nonostante quello che dice SRAM, stavo già utilizzando la combinazione catena / cassetta / corona che dovrebbe essere proprietaria con corone diverse davanti senza problemi. Dovevo solo trasferirlo su questa build.

Per diverse sere dopo cena, mentre mia moglie era a suo agio sul divano a guardare la TV, io ero al tavolo da pranzo / lavoro ad armeggiare sulla struttura. Dopo aver modificato gli assi e ritagliato i percorsi della casa del freno sull’abitacolo, ho passato altre due notti a montare il resto dei componenti. E con questo, la costruzione è stata completata.

Ho dovuto aspettare fino al prossimo fine settimana per testarlo su strada poiché i kit di spurgo del freno a disco sono arrivati ​​in ritardo, il che significava un’altra notte per finirlo. Il peso complessivo è stato di 6,63 kg decenti con i pedali che lasciano margini di miglioramento, anche se dovrebbe già essere più leggero della maggior parte delle bici da strada a disco che corrono qui.

Dopo aver impostato i punti di contatto sulla mia configurazione preferita, non sembrava diverso dalle mie build precedenti. È veloce in pianura e in curva, si arrampica come tutte le mie costruzioni precedenti e, come previsto, è brillante in discesa. Essendo uno dei tanti che ha spazzolato via i freni a disco sulle bici da strada come una moda, ora sono un convertito. Feathering ha una sensazione migliore, non più cerchi che stridono, non più bisogno di ruote di allenamento in alluminio e, soprattutto, non più preoccupazioni di rimanere intrappolati nel traffico sulle numerose colline di Hong Kong su cerchi in carbonio.

Di solito ho piani futuri per le mie build, sia per aggiornare un componente o più modifiche. A causa del tempo extra dedicato alla pianificazione e al lavoro sulla build, non ne ho ancora nella lista. Probabilmente potrei optare per ruote in carbonio più profonde per giorni meno ventosi, e sì, tubeless per vedere di cosa si tratta. Forse potrei aggiungere delle pinze Hope RX4 per dare un tocco di colore a una costruzione molto “terrestre”.

Dopo un mese di guida, posso dire che sta già servendo allo scopo per cui è stato costruito. È valso tutto il lavoro notturno al tavolo da pranzo!

Specifiche di costruzione

Frameset: Telaio Focus Izalco Max Disc 9 12 × 142 taglia S, forcella Focus Max Disc 12 × 100
Reggisella: Focus Aero Carbon D-Shaped, sintonizzato con culla in carbonio, morsetti in alluminio CNC, bulloni in titanio
Manubrio / Attacco: Manubrio integrato HB09 senza marchio, 400 × 100, passaggio cavi interno, copri auricolare e distanziali
Shiftkit: Cambio SRAM Red AXS HRD 12s, deragliatori anteriori e posteriori
Trasmissione: Pedivelle SRAM Red Etap 170x110bcd / Corone Extralite RC2 50-34t / Catena SRAM Flat Top 12V / Cassetta SRAM XG1290 10-33T
Freni: Pinze SRAM Red AXS HRD, rotori flottanti Quaxar 160F / 160R, bulloni del rotore in titanio
Sella: Berk Lupina Sella imbottita, pelle grigia (un ringraziamento speciale a Berk per aver soddisfatto la richiesta)
Set di ruote: Cerchi tubolari a U da 40 mm senza marchio, raggi Pillar 1420, mozzi leggeri DR35 con ruota libera XDR (1.190 g)
Pneumatici: Tubolari FMB Service Course da 25 mm, fianchi neri / marrone chiaro con sigillante No Flat Joe’s Road Racing
Assi: Perni passanti in alluminio senza marchio, anodizzati neri, 12 × 100/12 × 142
Pedali: Speedplay TI, messo a punto con bulloni e papillon in titanio
Altri: Fizik Classic Tapes, nastro isolante Silver / Vini, grigio

Galleria fotografica



Source link