Bettiol vince la 18a tappa del Giro d’Italia dalla fuga

Bettiol vince la 18a tappa del Giro d’Italia dalla fuga


Alberto Bettiol (EF Education-Nippo) ha vinto la 18a tappa del Giro d’Italia di giovedì, entrando nella fuga della giornata e seguendo gli attacchi negli ultimi 35 km prima di percorrere in solitaria gli ultimi 6 km. Il gruppo ha avuto una giornata relativamente tranquilla, finendo a oltre 23 minuti dal vincitore di tappa.

Bettiol ha fatto parte di una fuga di 23 corridori che ha affrontato la tappa più lunga del Giro d’Italia 2021 davanti a un gruppo di crocieristi. Sono stati 231 km prevalentemente pianeggianti da Rovereto a Stradella fino agli ultimi 35 km, intervallati da un quartetto di brevi salite.

La fuga ha cominciato a frammentarsi quando gli attacchi sono iniziati sulla prima rampa, e quello di Rémi Cavagna è stato il primo ad attaccare, andando in solitaria a 25 km dalla fine. Il francese si è guadagnato un discreto distacco, ma Nicolas Roche e Bettiol del DSM erano sul suo caso. L’italiano si è dimostrato il più forte, lasciando Roche e poi Cavagna in scia, per festeggiare una tanto attesa vittoria casalinga. Simone Consonni (Cofidis) ha conquistato il secondo posto davanti a Roche 17 secondi dopo.

Di ritorno in gruppo, è stata una giornata molto diversa. All’inizio c’era un po ‘di stress per il team Bora-Hansgrohe di Peter Sagan, ma con 23 corridori su strada in competizione per la vittoria, avevano protetto con successo il vantaggio di 22 punti di Sagan su Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation) nella punti concorrenza. Il gruppo si è avviato verso Stradella, lungo ma relativamente privo di stress, e la battaglia in classifica generale rimane invariata fino alle ultime tre fasi.

Giro d’Italia (2.UWT)
Rovereto → Stradella

BETTIOL Alberto



Source link