Alex Dowsett non è all’altezza del tentativo di record dell’ora

Alex Dowsett non è all’altezza del tentativo di record dell’ora


Alex Dowsett ha fallito nel tentativo di stabilire un nuovo record dell’ora UCI, coprendo 54,555 km al Velodromo del bicentenario di Aguascalientes in Messico. Lo sforzo di Dowsett è stato di 534 metri più corto del record mondiale di Victor Campenaerts di 55,089 km, stabilito nello stesso velodromo nell’aprile 2019.

Cavalcando un enorme 61 x 13 ingranaggi, Dowsett è stato in anticipo sul programma per gran parte dei primi 10 minuti, ma da quel momento in poi ha iniziato lentamente a perdere tempo con Campenaerts. A 20 minuti era di tre secondi in meno, a metà era di quattro secondi in meno e di 40 minuti era di sette secondi indietro rispetto al ritmo record di Campenearts.

I 54,555 km di Dowsett sono stati 1,618 km in più rispetto ai 52,937 km percorsi nel maggio 2015 per ottenere il record del mondo da Rohan Dennis. Dowsett ha mantenuto quel record solo per circa un mese prima che Bradley Wiggins si spingesse di nuovo oltre i 1.500 metri. Quel segno di 54,526 km è rimasto fino al record di Campenaerts quasi quattro anni dopo.

Lo sforzo di Dowsett lo ha anche portato a un passo dal record britannico di 54,723 km, stabilito da Dan Bigham poco più di un mese fa. Un giorno prima Joss Lowden ha stabilito l’attuale record dell’ora femminile percorrendo 48,405 km.

Voglio solo cogliere l’occasione ed è difficile dire un altro ben fatto a Victor e Dan Bigham perché c’era un record britannico e uno mondiale in palio oggi ed ero un po’ timido per entrambi”, ha detto Dowsett in seguito. “Tanto di cappello a entrambi: sono entrambi atleti incredibili.

“[I wanted] per vedere quanto lontano potrei andare e 54.555 è il più lontano possibile. Abbiamo buttato tutto a questo.”

Dowsett stava facendo il suo secondo tentativo di record dell’ora in parte per aumentare la consapevolezza per il Fondazione Little Bleeders e Società dell’Emofilia – organizzazioni che supportano le persone con emofilia, una condizione che ha lo stesso Dowsett.

Il messaggio prioritario per i giovani emofiliaci ora, chiunque abbia emofilia, chiunque abbia una condizione rara, chiunque stia affrontando qualsiasi tipo di avversità, è solo di provarci perché il più grande fallimento oggi sarebbe stato non essere qui “, ha detto Dowsett. “Ho trascorso un’infanzia in cui mi veniva detto ciò che non potevo fare. Mia madre, mio ​​padre, sapevamo cosa non potevamo fare: calcio, rugby, boxe. Quindi abbiamo deciso di trovare quello che potevamo fare. Abbiamo trasformato un negativo in un assoluto positivo. E sono stato in grado di ritagliare una carriera enorme dalle avversità.

“E questo dovrebbe essere il messaggio: la vita può darti una brutta mano a volte ed è così che la affronti.”



Source link